“Il cacciatore di Caino”. L’attrazione di registi e romanzieri verso il signore delle tenebre

Dalla settima arte alla letteratura sono centinaia i lavori che cercano di rappresentare il mistero delle tenebre che soffocano l'animo umano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

“L’esorcista”(1973). “The Exorcism of Emily Rose”(2005). “Requiem”(2006). “L’ultimo esorcismo”(2010). “Il rito”(2011). “L’altra faccia del diavolo”(2012). “Liberaci dal male”(2014). Sono i titoli di alcuni film sulle possessioni diaboliche.tenebre

Nelle tenebre della metropoli

Anche la letteratura, come la settima arte, ha indagato il mistero delle tenebre che soffocano l’animo umano. E’ dedicato alla città di Bergamo e a tutte le vittime del coronavirus, tra cui suo suocero Ferdinando, scomparso a marzo per il virus, il nuovo libro dello scrittore Fabrizio Carcano. 47 anni, milanese trapiantato ormai da tempo a Bergamo. Si intitola “Il cacciatore di Caino” (Mursia, 348 pagine). “Il romanzo è stato scritto in gran parte durante il lockdown– spiega Carcano -.Nel libro, volutamente ambientato nel gennaio 2020, non si parla del virus. Ma inevitabilmente ogni mia pagina ha risentito di quanto accadeva intorno a ognuno di noi in quelle drammatiche settimane di marzo”.tenebre

Il buio nell’anima

“Il cacciatore di Caino” è un noir metropolitano ed è ambientato a Milano. Prevalentemente nei quartieri intorno alla Stazione Centrale, tra No.Lo. (la zona a Nord di piazzale Loreto), Porta Venezia e Greco. E’ un giallo a carattere religioso nel quale, partendo dal delitto di un sacerdote esperto in esorcismi, si racconta la caccia serrata a due assassini che intrecciano le loro scie sanguinarie a Milano. Uccidendo in modi diversi ma legati da un comune passato. A braccarli sarà ancora una volta il capo della sezione Omicidi, il vice questore Bruno Ardigò, personaggio protagonista dei precedenti romanzi di Carcano. Il suo primo romanzo, “Gli Angeli di Lucifero“, è risultato il più scaricato nel 2017 dai lettori milanesi nelle metropolitane nell’ambito dell’iniziativa “Milano da leggere”, con 17 mila download in 80 giorni.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.