Spagna, “caso Nóos”: il marito dell’Infanta rischia 20 anni di carcere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:15

Rischia grosso  Iñaki Urdangarin, marito dell’Infanta Cristina, imputato eccellente nel caso Nòos. Secondo alcuni fonti giudiziarie potrebbe il pm potrebbe chiedere l’applicazione di una pena dai 15 ai 20 anni di carcere nei suoi confronti. Si tratta di uno dei processi più importanti degli ultimi anni in Spagna che riguarda alcuni episodi di presunta corruzione politica e vede coinvolti anche pezzi della casa reale. Tra questi anche la sorella del monarca di Spagna, accusata di reati fiscali e non più per riciclaggio di denaro.

Inaki Urdangarin, ex giocatore di pallamano, è accusato di otto reati: dalla malversazione di fondi pubblici al riciclaggio di capitali ed evasione fiscale. L’indagine prende il nome dalla fondazione per la promozione dello sport da lui presieduta per due anni (dal 2004 al 2006). Secondo l’accusa Urdangarin avrebbe drenato oltre sei milioni di fondi pubblici per l’organizzazione di avvenimenti per le Comunità Valenziana e delle Isole Baleari attraverso una rete di imprese create ad hoc.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.