IL PONTEFICE APRE UN DORMITORIO PER I SENZATETTO VICINO AL VATICANO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:19

Il dormitorio per i senzatetto voluto da Papa Francesco è diventato realtà. La struttura, inaugurata il 7 ottobre in via dei Penitenzieri – a pochi passi dal Vaticano – accoglie fino a 34 uomini e sorge in un locale extraterritoriale messo a disposizione dai gesuiti che hanno risposto prontamente all’appello del Pontefice di destinare dei propri fabbricati alle persone bisognose e in difficoltà. La gestione è stata affidata alle suore di madre Teresa, come per gli analoghi stabili in via Rattazzi, presso la stazione Termini, e a San Gregorio al Celio. Tutti i lavori sono stati seguiti e finanziati dalla Elemosineria Apostolica, cioè attraverso le offerte che provengono dalla distribuzione delle pergamene con la Benedizione Apostolica e dai generosi contributi delle persone private.

Inoltre, l’Elemosineria, insieme alle Suore di Madre Teresa, si impegna a sostenere economicamente tutta l’attività del dormitorio. Nel giorno dell’apertura – memoria liturgica della Beata Maria Vergine del Rosario – l’elemosiniere del Papa, monsignor Konrad Krajewski, ha benedetto i locali e celebrato la Messa. La casa di accoglienza è aperta dalle 18 alle 19, con sveglia alle 6.15, e si può pernottare per un massimo 30 giorni. Le persone ospitate possono usufruire della cena offerta nella mensa del Dono di Maria, e della colazione, oltre al servizio bagni e docce sotto il colonnato di piazza San Pietro, sempre realizzato dal Pontefice. Alcuni mesi fa, accanto alle tre docce presenti, era stata collocata una piccola postazione per il barbiere.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.