Fondo Gesù Divino Lavoratore: oltre 2500 persone aiutate

Nelle scorse ore, presso il Vicariato della Diocesi di Roma, sono stati presentati i dati relativi al Fondo Gesù Divino Lavoratore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:16

Nelle scorse ore sono stati presentati, nella sede del Vicariato della Diocesi di Roma, i dati relativi alle persone aiutate dal Fondo Gesù Divino Lavoratore istituito da Papa Francesco con l’obiettivo di aiutare tutti coloro che a causa della pandemia da Covid – 19 si sono ritrovati in gravi difficoltà economiche e sociali e contestualmente dare vita ad una diffusa opera di ascolto e vicinanza alle persone sole a causa delle misure restrittive per la limitazione dei contagi da coronavirus. I risultati di questa grande opera di sostegno, ad un anno dalla sua promulgazione, sono stati resi pubblici in una conferenza tenutasi preso la Sala degli Imperatori del Vicariato di Roma alla presenza dell’Arcivescovo Giampiero Palmieri, del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e del Sindaco di Roma Virginia Raggi con l’introduzione eseguita dal Vescovo Benoni Ambarus, ex direttore della Caritas diocesana.

I numeri delle persone aiutate

Rispetto a quanto sopra detto, è utile ricordare che, dal varo di questa iniziativa ad oggi, sono state aiutate oltre 2500 persone su un totale di 920 domande presentate; a questa iniziativa hanno contribuito nella misura di 500 mila euro cadauno Regione Lazio e Comune di Roma ma, oltre a ciò, sono pervenuti contributi da parte di privati cittadini per un ammontare di 201 mila euro.

L’importanza dell’inclusione lavorativa

Successivamente, oltre ai dati economici è stato posto l’accento sulla precarietà lavorativa che, contestualmente all’ emergenza sanitaria in atto, sta attanagliando troppe persone, per questo motivo, nelle diverse attività previste dal fondo, sono stati promossi tirocini e percorsi di accompagnamento al lavoro con l’obiettivo di permettere alle persone di iniziare a camminare con le proprie gambe.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.