Covid: mega party a Sydney, decine di britannici a rischio espulsione

Sydney sta combattendo in questi giorni con un nuovo focolaio di Covid-19 partito dalla zona delle "spiagge del nord"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:37

Centinaia di giovani britannici ammassati senza mascherina su una spiaggia di Sydney che festeggiano il Natale con canti, balli e birre incuranti delle restrizioni anti-coronavirus.

Una festa che potrebbe costare ai partecipanti il visto per l’Australia e causare la loro espulsione immediata. E’ stato il ministro per l’immigrazione australiano, Alex Hawke, a minacciare provvedimenti dopo aver visto le immagini del party a Bronte Beach, vicino alla famosa Bondi Beach, che lo hanno lasciato “scioccato”.

Covid a Sydney

La città australiana – evidenzia Ansa – sta combattendo in questi giorni con un nuovo focolaio di Covid-19 partito dalla zona delle “spiagge del nord”, dove sono stati già registrati 129 nuovi casi.

“Se qualcuno è considerato un pericolo per la salute o la sicurezza pubblica può essere privato del visto ed espulso”, ha detto il ministro secondo quanto riportato dalla Bbc. Nessuno dei partecipanti alla mega festa, perlopiù turisti britannici, è stato finora fermato o multato, ha riferito la polizia del New South Wales. Ma l’esempio dato è stato dei peggiori possibili.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.