Nuovi colori in tutta Italia, in rosso Basilicata e Molise

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:51
I nuovi colori in vigore da oggi

Scattano da oggi, lunedì 1 marzo, i nuovi colori delle Regioni italiane. Molti i cambiamenti, con Lombardia, Marche e Piemonte in arancione mentre Basilicata e Molise “retrocedono” in zona rossa. Sardegna unica Regione in zona bianca. A far cambiare colore sono stati i contagi in crescita delle ultime ore, con molte scuole chiuse in tutta Italia.

Ciò nonostante, c’è stata grande folla in molte città italiane nell’ultima domenica di febbraio. Da Milano a Roma, da Napoli a Torino, scrive TgCom24, la gente si è riversata per le strade del centro e nei parchi per godersi la bella giornata. A poco sono valse quindi le esortazioni a evitare di uscire di casa dopo la risalita dei contagi negli ultimi giorni. Molte le immagini postate sui social in cui si vedono assembramenti in diverse località, da Nord a Sud.

Il sindaco di Bologna: “Siamo a un passo dalla zona rossa”

“Per la Città metropolitana di Bologna siamo a un passo dalla zona rossa”. Lo ha detto il sindaco Virginio Merola a Sky Tg24. “Abbiamo preso un provvedimento ‘arancione scuro’ – aggiunge -, ma dalla nostra Asl al nostro sistema ospedaliero ci segnalano che la situazione ricoveri sta aumentando in modo notevole e che il peggio deve ancora venire. Penso che da qui a venerdì dovremo valutare ulteriori restrizioni“.

Garavaglia: “Marzo complicato, aperture solo in sicurezza”

“Anche quest’anno sarà un marzo complicato”. Lo ha detto a Radio24 il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia. “Chiusure fino a Pasqua? – ha aggiunto -. Se guardiamo come è andata l’anno scorso, si è avuto il picco proprio a fine marzo-inizio aprile. Meglio essere prudenti a marzo per essere più sereni nei mesi successivi. Io sono un aperturista pragmatico: si apre se ci sono le condizioni, in sicurezza, con programmazione e prudenza”.

Sardegna bianca, Solinas firma ordinanza riaperture

Ristoranti aperti fino alle 23, bar e pub fino alle 21 e coprifuoco che slitta dalle 22 alle 23.30 fino alle 5 del mattino. Sono le misure principali in vigore da oggi fino al 15 marzo in Sardegna (escluse le zone interdette con ordinanze dei sindaci), prima Regione d’Italia passata in zona bianca, e previste nell’ordinanza adottata in tarda serata dal governatore Christian Solinas.

Nessuna limitazione, dunque, del coprifuoco al solo stazionamento presso piazze, lungomare e belvedere come annunciato poche ore fa dallo stesso presidente della Regione, ma solo un’ora e mezzo di libera circolazione in più.

Con successive ordinanze, quindi dalla settimana prossima – e in relazione all’andamento degli indicatori epidemiologici valutati dopo queste riaperture d’intesa con il tavolo composto da ministero, Iss e Regione – potranno essere riaperti anche palestre, centri commerciali nei weekend, musei e luoghi della cultura.

Restano in piedi tutte le prescrizioni per far fronte all’emergenza Covid-19, e cioè il divieto di qualsiasi forma di assembramento e l’obbligo di indossare le mascherine.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.