Arresti per l’omicidio di Nadia De Munari, la missionaria uccisa in Perù

Quattro persone sono state arrestate in Perù in relazione all'omicidio della missionaria laica italiana, Nadia De Munari originaria di Schio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57
Missionaria Perù
Nadia De Munari

Quattro persone sono state arrestate in Perù in relazione all’omicidio della missionaria laica italiana, Nadia De Munari, 50 anni, originaria di Schio (Vicenza). La donna morì il 24 aprile scorso per le ferite riportate in seguito all’aggressione avvenuta la notte tra il 20 e il 21 aprile 2011.

Alcuni oggetti rubati, fra i quali due cellulari, e ferite gravissime, inflitte con un’arma da taglio: il delitto si sarebbe consumato nel cuore della notte, all’interno di una casa che ospitava in quel momento altre cinque persone.

Gli arrestati: persone Nadia che conosceva

In base a quanto riporta Ansa, due delle persone arrestate sono interne alla comunità dove lavorava De Munari e le altre due abitano nelle vicinanze. Sulla vicenda la Procura di Roma aveva aperto un fascicolo di indagine affidando l’attività istruttoria ai carabinieri del Ros in stretta collaborazione con la Fiscalia del Nuovo Chimbote, la procura peruviana.

Volontaria permanente, originaria del Vicentino, la De Munari operava nel centro “Mamma mia” di Nuevo Chimbote, fondato da padre Ugo De Censi. Gestiva 6 asili e una scuola elementare in una baraccopoli peruviana che conta oltre 50 mila abitanti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.