Mottarone: elicottero solleva i rottami, effettuata la rimozione della cabina

E' stata rimossa la cabina della funivia del Mottarone precipitata lo scorso 23 maggio causando la morte di 14 persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:15

Sono stati ultimi in tempi record gli ultimi preparativi dei vigili del fuoco sulle pendici del Mottarone, dove questa mattina è stata rimossa la cabina della funivia precipitata lo scorso 23 maggio causando la morte di 14 persone.

I rottami, protetti da uno speciale telo per evitare che possa essere perso anche il pezzo più piccolo, sono stati agganciati da un elicottero Erickson S64 per essere trasportati al campo sportivo di Gignese e, da qui, caricati su un camion che li porterà nel capannone della Provincia al Tecnoparco di Verbania-Fondotoce. L’elicottero si è sollevato stamane alle 11:03 e l’operazione, durata pochi secondi, si è svolta come pianificato senza intoppi.

In quella sede la cabina sarà a disposizione dei periti della Procura e delle difese e si aprirà una nuova fase dell’indagine, coordinata dalla Procura di Verbania. Finora è stato accertato che l’utilizzo dei cosiddetti “forchettoni” ha impedito al freno di emergenza di entrare in funzione, ma non è ancora stata stabilita la causa della rottura del cavo.

Il procuratore di Verbania ha assistito alla rimozione della cabina

Il procuratore di Verbania, Olimpia Bossi, ha assistito alle operazioni di recupero e di rimozione della cabina della funivia del Mottarone precipitata lo scorso 23 maggio. La parte superiore, carrello e testa fusa, è già stata prelevata dall’Erikson S64 dei vigili del fuoco; per quella inferiore, più leggera e meno importante ai fini delle indagini, si attende l’arrivo di un velivolo più piccolo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.