Poliziotto colpito a coltellate a Cannes: l’accoltellatore ha il permesso di soggiorno italiano

Un agente di polizia è stato ferito con un coltello davanti ad una stazione di polizia di Cannes da un uomo che ha agito "in nome del profeta"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30
Polizia francese (immagine di repertorio)

Un agente di polizia al volante di un’auto è stato ferito con un coltello davanti ad una stazione di polizia di Cannes (in Francia) da un individuo che ha detto di agire “in nome del profeta”. Fonti di polizia affermano che l’agente si è “salvato grazie al suo giubbotto antiproiettile”. L’aggressore è stato “gravemente” ferito da un secondo poliziotto intervenuto in soccorso del collega. Il ministro dell’Interno, Gerald Darmanin, ha annunciato su Twitter che si recherà sul posto.

L’accoltellatore di Cannes ha il permesso di soggiorno italiano

L’uomo che questa mattina ha aggredito l’agente di polizia aveva un “permesso di soggiorno italiano”: è quanto riferiscono fonti della polizia francese citate dall’emittente LCI. Sempre secondo informazioni raccolte dall’emittente, l’uomo si chiama Lakdar B. ed è nato nel 1984 in Algeria. Era finora ignoto ai servizi di polizia.

Ciotti: “I nostri agenti di polizia sono stati vittime di un attacco terroristico”

Parla apertamente di “terrorismo” Éric Ciotti, politico francese, deputato delle Alpi Marittime dal 2007, in un tweet relativo all’attacco. “Sono appena arrivato alla stazione di polizia di Cannes, dove i nostri agenti di polizia sono stati vittime di un attacco terroristico. Sostegno e congratulazioni ai 4 ufficiali per la loro freddezza e coraggio di fronte all’attacco”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.