Mattarella consegna gli attestati d’onore agli Alfieri della Repubblica

Il Presidente Mattarella ha consegnato gli Attestati d’onore di “Alfiere della Repubblica” conferiti negli anni 2019, 2020 e 2021

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:33

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato al Quirinale gli Attestati d’onore di “Alfiere della Repubblica” conferiti negli anni 2019, 2020 e 2021 a ragazze e ragazzi che rappresentano modelli positivi di cittadinanza e che sono esempi dei molti giovani meritevoli presenti nel nostro Paese. I premiati si sono distinti nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche, sportive, nel volontariato oppure hanno compiuto atti o adottato comportamenti ispirati a senso civico, altruismo e solidarietà.

Accanto agli Attestati d’onore, il Presidente Mattarella ha riconosciuto il merito di alcune iniziative collettive assegnando loro delle targhe. La cerimonia, aperta con l’intervento del Capo dello Stato, è stata condotta da Giuseppe Calabrese.

Mattarella ai giovani: “La vostra volontà fa avere fiducia nel Paese”

“Adesso finalmente possiamo incontrarci anche se bisogna avere ancora molta attenzione e prudenza”, ha esordito il presidente della Repubblica nella cerimonia di consegna degli attestati agli Alfieri della Repubblica, conferiti negli anni 2019, 2020, 2021 rivolgendosi ai giovani che negli anni passati non erano potuti venire al Quirinale a causa della pandemia.

“Voi rappresentate tutti ed è un bel messaggio che state mandando al Paese. Valori di solidarietà e aiuto reciproco. Dai vostri comportamenti emerge una volontà di migliorare la vita del Paese. E ciò fa avere fiducia nel nostro Paese. Sono convinto che tanti di voi manterranno questi atteggiamenti, queste attitudini” perché “dai vostri comportamenti emerge un’esortazione a migliorare il modo di vita nel nostro Paese”, ha detto Mattarella riportato da Ansa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.