Gira con l'ascia in strada e ferisce un passante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:06

Momenti di terrore lunedì pomeriggio a Castiglione delle Stiviere, comune in provincia di Mantova. Un nigeriano di 29 anni in evidente stato di alterazione psichica con un’accetta in pugno ha seminato il panico in strada dando in escandescenze, spaccando auto e arredo urbano, e ferendo un connazionale.

La dinamica

L’allarme, ricostruisce corriere.it, è scattato intorno alle 17. Il 29enne ha dapprima colpito, tra l’altro non lontano dalla caserma dei carabinieri, un conoscente con il quale stava litigando. L’altro, nella colluttazione, ha cercato di ripararsi con un braccio ed è rimasto ferito. Fortunatamente, lo ha colpito con il dorso dell'arma, e non di taglio, ferendolo in modo non grave. Poi il 29enne si è allontanato e si è diretto verso il centro della cittadina, dove ha danneggiato le vetrine di diversi negozi e i vetri di alcune auto incrociate lungo il suo percorso. Intervenuti i carabinieri di Castiglione e Mantova, gli hanno dato la caccia per strada proteggendosi con gli scudi antisommossa e formando alcuni posti di blocco, in particolar modo nei pressi dell’ospedale. Una volta individuato l’uomo, sono riusciti a spingerlo verso il quartiere Cinque Continenti. Qui, ha danneggiato gravemente anche una loro auto con l’ascia. Poi, convinto da un connazionale, ha deposto l’ascia. Arrestato e portato nella caserma dei carabinieri, è stato individuato come un senza fissa dimora che gravita nella zona di Desenzano del Garda, a pochissima distanza da Castiglione. Il pm di turno gli contesterà i reati di strage (infatti ha messo a rischio l’incolumità pubblica) e tentato omicidio, oltre che di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni. I carabinieri mantovani stanno cercando di rintracciare l’uomo che ha cercato di fermarlo che, al loro arrivo, non era più sul posto: forse era andato a farsi medicare in ospedale.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.