Emiliano contro i rientri in Puglia dal Nord: “Ci state portando l’epidemia”

Sono 16.545 le persone che hanno segnalato il proprio rientro. Chi torna dal Nord è tenuto a una quarantena di 14 giorni a casa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:29
Rientri in treno

“Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal Nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più. Avete probabilmente esibito ai soldati davanti alla stazione le vostre legittime autocertificazioni sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno”. E’ l’appello, lanciato dal proprio profilo Facebook, del governatore pugliese Michele Emiliano in merito alla nuova ondata, registrata ieri sera, di persone che dal Nord Italia sono rientrate in Puglia accalcate nei pochi treni rimasti. Gli ultimi, in effetti, perché da stanotte c’è lo stop per tutte le tratte notturne. Il Ministero dei Trasporti ha comunicato oggi che da questa sera i treni notturni non saranno più disponibili. Lo stop è stato deciso alla luce del decreto firmato ieri dalla ministra De Micheli, relativo alla riduzione dei treni ordinari a lunga percorrenza, “Al fine di contrastare e contenere l’emergenza sanitaria da coronavirus”. “Fatto sta che – aveva già scritto Emiliano su Facebook – ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare. In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la nostra già drammatica situazione”. “Sarebbe opportuno – aggiunge – che anche i familiari dei pugliesi tornati a casa si mettano in auto-quarantena. Vi ricordo che appena arrivate dovete rinchiudervi in casa e che dovete stare lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati che rischiano di morire se contagiati”.

Michele Emiliano

I rientri

Solo nelle ultime 24 ore sono 1.558 i pugliesi che hanno denunciato il loro rientro dal capoluogo lombardo, o comunque dal Nord, per l’emergenza Coronavirus in un giorno. “Il dato è in continuo aggiornamento. E – sostiene il governatore pugliese, Michele Emiliano su Repubblica – analizzando i numeri si evince che negli ultimi due giorni le autodichiarazioni fatte sul portale della Regione sono cresciute in maniera significativa”.Sono ben 9.427 le persone arrivate a partire da domenica 8 marzo, quando è entrato in vigore il decreto del premier Giuseppe Conte che ha “chiuso” la Lombardia. Nel complesso sono 16.545 le persone che hanno segnalato il proprio rientro da quando la Regione ha attivato la piattaforma online per raccogliere le denunce di chi torna dal Nord ed è tenuto a una quarantena di 14 giorni a casa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.