Consultazioni, al via il tavolo di maggioranza convocato da Fico

Fico è stato chiamato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a capire se ci sono le condizioni per un Conte ter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:04

E’ iniziata a Montecitorio la riunione del tavolo di lavoro convocato dal presidente della Camera Roberto Fico, nell’ambito delle consultazioni, per scrivere il contratto di governo: Fico è stato chiamato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a capire se ci sono le condizioni per un Conte ter. Presenti all’incontro i capigruppo dei partiti di maggioranza.

I capigruppo al tavolo

Nello specifico: i capigruppo M5S Davide Crippa ed Ettore Licheri, quelli del Pd Graziano Delrio e Andrea Marcucci, per Iv i capigruppo Maria Elena Boschi e Davide Faraone, per Liberi e Uguali Federico Fornaro e Loredana De Petris, per il neo gruppo Europeisti-MAIE-Centro Democratico i senatori Raffaele Fantetti e Maurizio Buccarella, per il Gruppo parlamentare Per le Autonomie del Senato Albert Laniece e Gianclaudio Bressa, per CD-Maie Bruno Tabacci ed Antonio Tasso.

Conte ter?

Con l’apertura del tavolo tecnico, spiega Ansa, Fico cerca di sciogliere i nodi programmatici che dividono la maggioranza di governo e di facilitare la strada per il Conte ter. Non si faranno nomi ma sono molti i temi che dividono i partiti della maggioranza del fu Conte bis: dalla prescrizione alle infrastrutture, dalla legge elettorale alle risorse per la Sanità. Nodi come il Mes o il reddito di cittadinanza, ad esempio, se fossero posti sul tavolo, rischiano di essere pietre tombali sull’intesa.

Se invece i partiti di maggioranza ne uscissero con un “documento scritto”, come chiede Matteo Renzi, o con un “programma di legislatura”, come chiede il Pd, sarebbe forse più facile ricucire anche sul nome del premier e sulla squadra di governo. I nomi saranno al centro delle consultazioni di martedì 2 febbraio. Subito dopo, Fico è atteso al Quirinale per riferire al Capo dello Stato.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.