Afghanistan: Lavrov in Cina per la riunione dei ministri degli Esteri

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov è arrivato stamani nella città di Tunxi (in Cina) per partecipare alla terza riunione dei ministri degli Esteri dei paesi vicini all'Afghanistan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:36
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il suo omologo cinese Wang Yi

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov è arrivato stamani nella città di Tunxi (in Cina) per partecipare alla terza riunione dei ministri degli Esteri dei paesi vicini all’Afghanistan. Lo ha affermato il dicastero tramite il suo canale Telegram riportato da Ansa. Oggi l’alto diplomatico russo terrà una serie di negoziati con i suoi colleghi stranieri, tra cui il ministro degli Esteri cinese Wang Yi. 

Il primo incontro dei ministri degli Esteri dei Paesi vicini all’Afghanistan si è tenuto a Mosca il 21 ottobre 2021, seguito da un altro evento in questo formato a Teheran il 27 ottobre. L’incontro ha riunito diplomatici di Russia, Cina, Tagikistan, Iran, Pakistan, Turkmenistan e Uzbekistan. A quello del 31 marzo parteciperanno all’incontro anche i rappresentanti speciali per la questione afghana degli Stati Uniti.

La visita in Cina di Lavrov

Scendendo in dettaglio, Lavrov è in Cina nella sua prima visita al principale alleato da quando Mosca ha invaso l’Ucraina a febbraio: in un post sul suo account ufficiale su social media Weibo, l’ambasciata russa a Pechino ha confermato il suo arrivo a Tunxi, nella provincia sudorientale di Anhui, pubblicando le foto dei delegati che scendono da un aereo e che sono stati accolti da funzionari sanitari in tute protettive per le verifiche anti-Covid.

Lavrov parteciperà al terzo meeting dei ministri degli Esteri dei Paesi vicini dell’Afghanistan” e alla serie di incontri ospitati dalla Cina per discutere i modi per aiutare il Paese asiatico guidato ora dai talebani, a cui parteciperanno anche diplomatici degli Stati Uniti e dei Paesi vicini.

E’ probabile, tuttavia, che la vicenda del’Ucraina sia destinata ad acquistare maggior peso durante l’appuntamento del 30-31 marzo: a differenza di molte nazioni occidentali, la Cina ha rifiutato di condannare l’aggressione e ha promosso con ritardo l’invio di aiuti umanitari. Pechino ha detto che il ministro degli Esteri Wang Yi incontrerà collettivamente i rappresentanti all’incontro, senza precisare su un faccia a faccia con Lavrov. “Come da accordo da parte di tutti, l’incontro esteso del meccanismo di consultazione Cina-Usa-Russia si terrà a margine del terzo meeting dei ministri degli Esteri dei Paesi vicini dell’Afghanistan”, ha affermato ieri il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin. “E i rappresentanti speciali per la questione afghana di Stati Uniti, Russia e Pakistan parteciperanno all’incontro”, ha aggiunto senza scendere nei dettagli dell’agenda dei colloqui.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.