Maltempo: preoccupa il Po a Torino e disagi nel golfo di Napoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:02

E’ ancora allarme maltempo non solo in provincia di Torino ma anche in città per il livello del Po. Il fiume, che è già esondato in alcune zone di campagna (Revello, Cardé, Villafranca) continua a crescere. Le banchine dei Murazzi sono già allagate. Il fiume è almeno tre metri sopra il livello di attenzione. Piove ininterrottamente da almeno 48 ore e le previsioni meteo non promettono nulla di buono.

Disagi si registrano anche nel golfo di Napoli. Collegamenti marittimi difficili, sono state sospese tutte le corse tra Capri e la terraferma. Per Ischia e Procida, invece, viaggiano le navi ma sono fermi i mezzi veloci. Non solo il maltempo ma anche motivi tecnici all’origine dello stop. La Caremar ha annullato la partenza della nave Adeona prevista alle 9 da Napoli per Capri: il traghetto era appena salpato e stava per lasciare il porto di Calata Porta di Massa quando ha avuto un serio problema all’ancora che ha costretto il comandante a fermarsi e ad accostare nuovamente in banchina. I passeggeri sono stati fatti scendere.

Forti piogge la notte scorsa in Liguria, alle prese con l’allerta 1 (media) e in particolare l’estremo ponente, dove è in vigore l’allerta 2 (la massima). Stamani le precipitazioni si sono attenuate. Una frana è caduta sulla strada provinciale 17 dell’alta Valle Argentina, tra Molini di Triora e Andagna, che è chiusa dalle 6 circa. Le due località sono parzialmente isolate. Inizia così una settimana all’insegna dell’instabilità. A causare episodi di maltempo più o meno intenso è un ciclone mediterraneo il cui ‘occhio’ si sta posizionando nell’ovest della Sardegna. Nella regione è atteso, tra questa notte e domani, forte maltempo, con venti anche burrascosi con raffiche sopra i 100 km/h e mari in burrasca. Le condizioni meteo peggioreranno giovedì, ovunque, per l’arrivo di una nuova area di bassa pressione.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.