Cassini si prepara per dire addio a Saturno: al via il countdown per la discesa finale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:27

Dopo 13 anni passati a “ronzargli” intorno, la sonda Cassini si prepara per dire addio al “signore degli anelli” del nostro sistema solare. Infatti, il prossimo 1 5 settembre, Cassini scenderà in picchiata nell’atmosfera di Saturno, vaporizzandosi. Si chiuderà così una delle missioni spaziali più entusiasmanti della storia dell’uomo. Quella che ci ha portato faccia a faccia con Saturno e i suoi satelliti, Titano ed Encelado.

Una fitta agenda di impegni per Cassini

Anche se si avvicina alla conclusione della sua missione, Cassini non smetterà di lavorare e la sua agenda è fitta di impegni. Il 9 settembre la sonda – che è frutto della collaborazione Nasa, Esa ed Agenzia spaziale italiana – effettuerà l’ultimo dei 22 voli tra il pianeta e gli anelli. Il 14, invece, è in programma l’ultimo servizio fotografico del sistema di Saturno. La picchiata verso il “signore degli anelli” del sistema solare inizierà il 15 settembre quando in Italia saranno le 10.37. L’entrata nell’atmosfera avverrà però tre ore dopo.

La missione Cassini

La missione spaziale Cassini-Huygens è stata lanciata il 15 ottobre 1997 con il compito di studiare Saturno, comprese le sue lune e i suoi anelli. La sonda è composta dall’orbiter Cassini – battezzata con il nome dell’astronomo Gian Domenico Cassini che scoprì la divisione negli anelli e quattro delle sue 62 lune – della Nasa e il lander Huygens – chiamato così in onore dell’astronomo olandese Christiaan Huygens che nel XVII secolo utilizzando il proprio telescopio scoprì Titano – dell’Esa.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.