Weekend in Franciacorta tra natura, cultura ed enogastronomia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:25

Un evento che unisce l’enogastronomia, la cultura, la natura e lo sport. E’ quello in programma nel week end del 16 e 17 settembre prossimi in provincia di Brescia dove torna il Festival “Franciacorta in Cantina”. Il 2017 è un anno particolare perché si celebra il cinquantesimo anniversario del riconoscimento della doc al celebre vino, punto cruciale per lo sviluppo della denominazione e l’inizio di una storia che ancora oggi i produttori stanno scrivendo. Dunque il programma delle iniziative è particolarmente denso. Il Festival infatti sarà l’evento che darà il via a una serie di importanti appuntamenti.

Come detto, si parte dal weekend con un programma pensato per vivere in compagnia la scoperta delle colline ai piedi del lago d’Iseo che si attraverso le svariate attività proposte dalla “Strada del Franciacorta“: dai tour in bus, ai percorsi di trekking o in bicicletta, passando per le visite di abbazie, borghi, palazzi, ville, giardini e riserve naturali. Lo “storytelling” della Franciacorta sarà poi valorizzato da un grande convegno che si terrà lunedì 18 settembre, in cui saranno presentati i risultati di un significativo progetto di ricerca commissionato dal Consorzio Franciacorta allo studio di Domenico De Masi. “Avere una visione e condividerla è fondamentale per la crescita che hanno vissuto le nostre aziende e il nostro territorio. Ma il tempo corre. E l’oggi ci richiede di essere ancora una volta ‘visionari’ per poter affrontare le sempre nuove sfide che ci troviamo a vivere”, spiega Vittorio Moretti, Presidente del Consorzio. Da qui nasce il progetto di affidare al sociologo Domenico De Masi il compito di guidare a progettare il futuro della Franciacorta e del Franciacorta di qui a 10 anni.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.