Attacco hacker ai quotidiani da parte di un gruppo siriano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:11

“You’ve been hacked by the Syrian Electronic Army(SEA)”, è il messaggio che compare su diverse testate giornalistiche mondiali. I giornali on line sono stati presi di mira da un attacco hacker. Anche La Repubblica è stata colpita: “E’ in corso un attacco hacker indiretto al sito di Repubblica.it, attraverso parti di codice di Gigya, una società israeliana che fornisce le funzioni di commento al nostro sito. L’attacco non è quindi diretto a Repubblica.it in sé. Parte degli utenti, anche se non tutti, segnalano che su alcune pagine si apre un pop-up e poi si viene reindirizzati su un sito esterno, collegato al Siryan Electronic Army. I tecnici sono al lavoro per risolvere nel più breve tempo possibile il problema, disattivando la commentabilità sui nostri articoli”.

Su Twitter diversi utenti hanno segnalato che lo stesso problema è stato riscontrato da numerose altre testate giornalistiche di tutto il mondo. Tra le vittime ci sono anche The Guardian, The Independent, Forbes, The Telegraph, CBS, Al Jazeera e PC World. Non è ancora chiaro il motivo dell’attacco informatico che sta facendo registrare strani messaggi sulla homepage dei quotidiani.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.