L’anima ha continuamente bisogno di alimento celeste

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06
Pandemia

Dammi te stesso [o Gesù] e mi basta; perché all’infuori di te non c’è consolazione che valga. Senza di te non posso stare, e se non sono da te visitato non posso vivere. E perciò ho bisogno di venire spesso a te e di riceverti in rimedio della mia salute, per non venir forse meno nella via per mancanza di celeste alimento.

Giacché tu pure, o Gesù misericordissimo, predicando ai popoli e curando varie infermità una volta dicesti: Non li voglio rimandare a casa digiuni, ché non abbiano a svenire per la vira, fai dunque lo stesso con me, tu che lasciasti nel Sacramento te medesimo a consolazione dei fedeli.

Perché tu sei soave refezione dell’anima; e chi ti mangerà degnamente sarà partecipe ed erede dell’eterna gloria.

RISOLUZIONI: Risolvi di andare spesso a ricevere Gesù, e se è possibile, anche ogni giorno, perché l’anima ha bisogno continuamente di alimento celeste.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.