News ALDO MORO

MARTEDÌ 08 MAGGIO 2018, IN TERRIS

Le “verità tombate” del caso Moro

GIUSEPPE FIORONI
Corpo di Aldo Moro in Via Caetani
P
er comprendere i motivi del rapimento e dell’uccisione di Aldo Moro dobbiamo partire da un dato: i terroristi non hanno mai avuto paura di chi gestisce il potere, che è visto invece come utile a generare disagio e rivolta, bensì hanno sempre individuato come minaccia grave coloro che hanno idee, che hanno un pensiero forte che genera azione e riforme. Moro aveva intuito dall’inizio degli anni ’60 che era terminata la fase della Prima Repubblica iniziata con la...
MARTEDÌ 08 MAGGIO 2018, IN TERRIS

Agnese Moro: "Ho spezzato la catena del male"

Quarant'anni fa l'uccisione dello statista. La figlia: "Ci sono ferite che restano per sempre"

FRANCESCA CIARALLO
Agnese Moro
D
i fronte ad Agnese ci si sente piccoli, molto piccoli. Non perché sia la figlia di Aldo Moro, né perché ha dignità di vittima. Perché è Agnese. E’ difficile da spiegare, bisogna conoscerla. Quello che più colpisce di lei è la leggerezza con cui riesce a raccontare una storia così drammatica, che è soprattutto la sua, ma appartiene a tutti noi, padri e figli. Leggerezza e ironia in un racconto di morte e orrore, ma anche...
MARTEDÌ 17 APRILE 2018, IN TERRIS

Moro raccontato dagli scatti di grandi fotoreporter

Non solo il rapimento: immagini per riscoprire l'importanza del suo impegno politico

SALVATORE CAPORALE
Aldo Moro con Benigno Zaccagnini
U
na mostra fotografica che ripercorre quei drammatici 55 giorni del 1978 che segnarono una stagione civile dell'Italia. "Aldo Moro. Memoria, politica, democrazia". E' il titolo della rassegna che in forma di anteprima si terrà da domani nella prestigiosa sede dello Stadio di Domiziano in via di Tor Sanguigna nel quarantennale del rapimento e dell'omicidio del presidente della Dc e degli uomini della sua scorta da parte dei terroristi...
GIOVEDÌ 22 MARZO 2018, IN TERRIS

Nuovo sfregio al ricordo della scorta di Moro

Sul monumento commemorativo della strage spunta una scritta che inneggia alle Brigate Rosse

CAROLINA GARCIA
Via Fani - Imbrattato il monumento dedicato alla scorta di Aldo Moro
N
uovo sfregio alla memoria della scorta di Aldo Moro, caduta sotto i colpi delle Brigate Rosse la mattina del 16 marzo 1978. A pochi giorni dalla commemorazione della strage, in via Fani il nuovo monumento è stato imbrattato con la scritta di colore rosso "B R", realizzata la scorsa notte con vernice spray.  Indagini A notare lo sfregio è stata la pattuglia dei Carabinieri della stazione Roma Montemario che stava pattugliando la strada. Gli stessi militari...
VENERDÌ 16 MARZO 2018, IN TERRIS

Una corona di fiori nel luogo della strage

Mattarella in via Fani. Gentiloni: "40 anni fa il più grave attacco alla Repubblica"

FRANCESCO VOLPI
Sergio Mattarella in via Fani
"M
oro. Una mattina di 40 anni fa il più grave attacco alla Repubblica. L'Italia rende omaggio a un grande leader politico, ai carabinieri Leonardi e Ricci e agli agenti di Polizia Iozzino Rivera e Zizzi". La commemorazione   Con un tweet il premier Paolo Gentiloni ricorda la strage di via Fani, dove il 16 marzo 1978 un commando delle Brigate rosse sequestrò l'allora presidente della Dc Aldo Moro dopo aver massacrato la sua scorta. Sul posto si è...
VENERDÌ 16 MARZO 2018, IN TERRIS

La vittima

GIOVANNI ANGELO FONTANA
Aldo Moro
L'
immagine che mi si presenta quando penso ad Aldo Moro non è quella dell’uomo politico che dominava l’assemblea col suo periodare disteso, non facile, profondo, che molto silenzio e attenzione imponeva; non quella del suo incedere severo e pensoso che suscitava a un tempo soggezione e confidenza ma quella del condannato: umiliato, mortificato con alle spalle la stella a cinque punte, la camicia bianca lacerata e quel volto chiuso nella solitudine della...
VENERDÌ 16 MARZO 2018, IN TERRIS

Le ombre del caso Moro

Quarant'anni fa la strage di via Fani e il rapimento del presidente della Dc che cambiò l'Italia

DAMIANO MATTANA E FABIO BERETTA
La strage di via Fani
"V
ia Mario Fani, angolo via Stresa, ore nove e quindici. Quattro uomini sono morti, un altro colpito da tre proiettili, morirà dopo pochi minuti. Un gruppo delle Brigate Rosse ha sequestrato il presidente della Democrazia cristiana Aldo Moro e ha fatto strage della sua scorta”. L’apertura del Corriere della Sera datato 17 marzo 1978, a firma Purgatori e Zincone al centro della prima interamente dedicata al rapimento del politico a Roma, espone con nuda chiarezza la cronaca...
GIOVEDÌ 15 MARZO 2018, IN TERRIS

Caino e Abele

ITALO D'ANGELO
Aldo Moro riverso nel bagagliaio
O
gni volta che vedo la foto di Aldo Moro riverso nel bagagliaio dell’auto in cui fu trovato dopo l’assassinio da parte delle Br, non posso non ricordare anche quella di Giuseppe Taliercio, anche lui ucciso dalle Bb, dopo un lungo e tormentato sequestro. Ripenso poi ai volti dei familiari nell’apprendere la fine dei loro cari. Alla moglie, ai figli raccolti in preghiera con in mano un rosario, aggrappati ad una speranza. Volti di persone che pur nella...
MERCOLEDÌ 21 FEBBRAIO 2018, IN TERRIS

Sfregiata la targa che ricorda la scorta di Moro

Sulla lapide una svastica e offese alle forze dell'ordine. Si cercano i responsabili

REDAZIONE
La targa di via Stresa
U
na svastica e una scritta agghiacciante ("a morte le guardie"). Così è stata sfregiata la lapide commemorativa del rapimento di Aldo Moro in via Stresa, sulla quale vengono ricordati gli uomini delle forze dell'ordine uccisi il 16 marzo 1978 nell'agguato delle Brigate rosse: i due carabinieri Oreste Leonardi e Domenico Riccio e i poliziotti Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizza.  Quarant'anni dopo Tutti ricordati nella stele,...
MARTEDÌ 09 MAGGIO 2017, IN TERRIS

La Repubblica ricorda Aldo Moro, Grasso depone una corona dall'oro in via Caetani

Il 9 maggio l'Italia commemora tutte le vittime del terrorismo. Mattarella: "Il fenomeno oggi si manifesta in nuove forme, servono fermezza e unità"

AUTORE OSPITE
La Repubblica ricorda Aldo Moro, Grasso depone una corona dall'oro in via Caetani
Trentanove anni fa in via Caetani, a due passi dall'allora sede del Pci di via delle Botteghe Oscure, nel bagagliaio di una Renault color amaranto veniva ritrovato il cadavere del presidente della Dc Aldo Moro, giustiziato poche ore prima dalle Brigate Rosse. Si chiudeva una delle pagine più drammatiche della storia della Repubblica che diede ulteriore spinta allo Stato nella lotta senza quartiere all'eversione rossa e nera. In ricordo di quella tragica giornata, ogni anno il 9 maggio viene...
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...