Nuoto: prima debacle azzurra ai Mondiali in vasca corta di Doha

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:21

La prima giornata dei Mondiali in vasca corta all’Hamad Aquatic Center di Doha va male per i nostri atleti: Filippo Magnini è il primo escluso di lusso per quanto riguarda la batteria dei 200 stile libero. L’italiano ha fatto registrare il tempo di 1’43”01, a quattro centesimi dall’ottavo e ultimo crono di qualificazione alla finale, nuotato in 1’42”97 dal campione in carica, lo statunitense Ryan Lochte.

Un’altra delusione, anche se meno amara, arriva dall’eliminazione Andrea Mitchell D’Arrigo che giunge undicesimo in 1’43”31 migliorando però il suo record personale di 1”29. Ultima nota negativa per quanto riguarda il nostro Paese è l’esclusione di Arianna Castiglioni nei 50 rana che ottiene un deludente 33esimo tempo in 31”52.

Ma ci sono anche le buone notizie: Alessia Polieri si è qualifica alla finale dei 200 farfalla ottenendo l’ottavo tempo in 2’05”68: per lei si tratta del primato personale e migliore prestazione italiana. E’ invece stata eliminata Stefania Pirozzi col tempo di 2’06”42. Fabio Scozzoli, con tutto che veniva da un infortunio, riesce a raggiungere le semifinali dei 100 rana. Esce di scena invece Andrea Toniato con tutto che per la prima volta nella sua carriera è sceso sotto i 59 secondi.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.