San Malachia, ecco cosa significa il suo nome

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:11

San Malachia, Profeta dell’Antico Testamento Sofa (Palestina), 519 a.C. ca,-Sofa, 425 a.C. ca. Poche e incerte le notizie sulla sua vita. Il suo nome significa “mio messaggero”. E’ della tribù di Zabulon. E’ l’ultimo dei profeti minori dell’Antico Testamento: per questo motivo gli ebrei o chiamano “il Sigillo dei profeti”.

Il suo libro è composto da tre capitoli e si colloca nel periodo successivo all’esilio babilonese A33-397 a.C.). Vive dopo il ritorno dalla “cattività”. Dopo la ricostruzione del tempio di Gerusalemme, passati gli iniziali entusiasmi, il popolo ebraico compie varie disobbedienze alla legge divina. Malachia rimprovera il popolo eletto che, impregnato di esteriorità, è ancora col cuore troppo lontano da Dio e lo invita a pentirsi del suo comportamento di non riconoscenza al Signore, poiché il gran privilegio di essere stirpe eletta comporta anche seri obblighi. Rimprovera severamente i sacerdoti che trascurano il culto dovuto al Signore. E’ intransigente nel condannare il mal costume, come lo è nel difendere l’indissolubilità del matrimonio. Si oppone ai matrimoni misti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.