Asia Bibi, un esempio di vita radicata in Cristo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Riportiamo i messaggi che alcuni nostri lettori ci hanno inviato dopo la pubblicazione dell'articolo “Il martirio di Asia Bibi“.

“Grazie per tenere desta l’attenzione (e quindi anche la preghiera) per la nostra sorella in Cristo Asia Bibi”. Davide Gandini, Segretario Generale Piccolo Cottolengo genovese Don Orione

 

“Gentilissimo Direttore, oggi mi sono commossa leggendo le righe dell'articolo 'Il martirio di Asia Bibi'. Ho in cuore da sempre questa donna, sposa, madre, forte nella fede. Un vero esempio di vita radicata in Cristo. Questa sera a messa la ricorderò e pregherò per lei, per la sua famiglia, per tutte le persone perseguitate. Nel mio piccolo, mi impegnerò maggiormente a vivere radicata nella fede e promuovendo la formazione sui cardini della nostra Carta Costituzionale, fra essi, nell'articolo 2, i diritti inviolabili come la libertà religiosa”. Maria Mazza

 

“Perché non lanciare una campagna mondiale per espellere dall'Onu paesi come il Pakistan per palese violazione dei diritti umani? Non otterrebbe lo scopo, ma almeno servirebbe a sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale”. Mario Casirati

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.