Mai più vittime di tratta

Caro direttore, leggo sempre con attenzione la rubrica “diabolerie” e questa volta mi sono soffermata - e anche un po’ arrabbiata - nel leggere i dati sullo sfruttamento delle donne costrette a vendersi per strada: “Secondo gli ultimi dati Codacons, sono oltre tre milioni i clienti del mercimonio coatto e 90 mila le vittime del business del sesso a pagamento. Piaga...

Il dolore di un padre con un figlio in carcere

Gentile Direttore, sono un padre di famiglia che ha sperimentato la disgrazia di un figlio detenuto per un reato finanziario. Ho conoscenza della sofferenza, del dolore che sperimenta chi deve pagare il suo conto con la giustizia e di quelle famiglie che come noi scontano anch'esse una pena fatta di dolore e di impotenza. Ho letto l'articolo di Rossella Avella che...

Il ringraziamento di un lettore per aver parlato del potere della preghiera

Caro direttore ho letto con molta attenzione l'articolo di Marco Guerra dal titolo "ACS e Rosario: la preghiera cambia il mondo". Al di là della lodevolissima azione della associazione ACS raccontata dall'Autore, mi ha fatto riflettere proprio il concetto portante messo in evidenza dall'articolista: l'efficacia della preghiera. Molte volte trattiamo la preghiera come una pratica pia, talvolta fatta per abitudine, per...

Una pillola che cancella una vita e ne distrugge un’altra

Caro direttore,  ho letto sul suo giornale diversi interventi sulla cosiddetta “pillola dei 5 giorni dopo” dopo la decisione dell'Agenzia italiana del farmaco di non rendere più necessario l'obbligo della prescrizione medica per dispensare l'“Ulipistral acetato” a chi non ha ancora compiuto 18 anni. Una decisione che è stata definita da molti quotidiani, non il suo per carità, “una svolta...

Dal confronto nasce il bene comune

Caro direttore, approfitto di questo spazio lasciato ai vostri lettori per “dire la mia”. Solitamente non intervengo nei dibattiti e tanto meno sui social, ma sono un’attenta osservatrice e volevo, per una volta, “prendere carta e penna” e dirvi che vi seguo da molto tempo e apprezzo il modo libero con cui seguite fatti e raccontate quello che accade nel...

Quel sorriso del Beato Carlo Acutis che ti penetra il cuore

Gentile direttore, ho molto apprezzato il suo editoriale dal titolo "I fratelli prediletti di Francesco" e mi trova d'accordo su molte cose. Prima di tutto mi piace molto Papa Francesco, la sua umanità e la sua attenzione ai poveri. Lo seguo sempre durante le udienze e durante l'Angelus e, prima del coronavirus, mi piaceva molto quando si fermava a salutare...

Dietro i numeri del sistema sanitario ci sono le persone

Caro direttore, ho letto oggi l’intervista all’arcivescovo Massara in cui viene affrontato soprattutto il tema della sanità legato al territorio e mi ha colpito - e confortato - sentire finalmente un ragionamento che parte dal concreto, dai bisogni delle persone. Talvolta, infatti, si parla di come dovrebbe essere un sistema, di cosa sia giusto e cosa sia sbagliato in linea...

Perchè le persone non capiscono che il coronavirus non è uno scherzo?

Gentile direttore, sono una vostra assidua lettrice, mi piace molto In Terris, trovo sempre molti approfondimenti interessanti, ma anche notizie simpatiche come quelle che pubblicate nella rubrica curiosità. Ma in particolare ho apprezzato il modo con cui avete affrontato il tema delle nuove disposizioni per evitare i contagi da coronavirus. Avete pubblicato diversi articoli attraverso i quali, a mio parere, avete...

Il ritratto di una società diabolica e inquietante

Caro direttore, seguo con attenzione la vostra rubrica “Diabolerie” e devo dire che spesso leggo notizie e storie che non riescono ad arrivare sui giornali nazionali, né sui tg, salvo i fatti più eclatanti che coinvolgono molte persone o nomi di spicco. Leggendovi però mi rendo conto che certi fenomeni come le sette, o come giovanissimi risucchiati nel mondo oscuro...

Il valore di una degna e cristiana sepoltura

Le scrivo in merito alla polemica in corso sulla sepoltura dei feti abortiti. Era il 1999 quando don Oreste Benzi celebrò il primo funerale di un bimbo abortito. Era il figlio di una signora con tanti problemi, vissuta per un periodo anche con la mia numerosa famiglia. Temeva che i Servizi sociali non le permettessero di fare la mamma...

La “cassetta degli attrezzi” di Interris.it

Caro don Aldo, sono un avvocato, scrivo dall'Emilia Romagna e seguo sempre con vivissimo interesse Interris.it. Trovo molto interessanti gli aggiornamenti che, oltre ad essere...