MARTEDÌ 19 MARZO 2019, 17:10, IN TERRIS


APG23

Al Senato l'anteprima del film "Solo cose belle"

La pellicola, ispirata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, è incentrata sulla realtà delle case famiglia

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La locandina del film
La locandina del film
I

l film "Solo cose belle", ispirato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, verrà proiettato in anteprima nazionale al Senato. E' quanto ha dichiarato la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che questa mattina ha accolto favorevolmente la proposta di don Aldo Buonaiuto, sacerdote dell'associazione fondata da don Oreste Benzi, che si è recato a Palazzo Madama su richiesta del presidente dell'Apg23, Giovanni Paolo Ramonda, che in questi giorni è ad Haiti per far visita alle strutture dell'associazione che si trovano sull'isola. 


Casellati: "Un'iniziativa bellissima"

"Conosco don Aldo da quando sono stata relatrice del provvedimento contro la tratta in schiavitù. Ho sempre condiviso - ha dichiarato la Casellati al termine del colloquio - le sue battaglie in difesa delle donne sfruttate, maltrattate, portate in Italia con l'inganno, con il miraggio di un lavoro e poi costrette a prostituirsi. Oggi però è venuto a parlarmi di un'iniziativa bellissima: la realizzazione di un film sulla realtà delle case famiglia". "Il titolo della pellicola ideata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII è 'Solo cole belle' e i protagonisti sono i ragazzi che vivono nella comunità. Ho deciso - ha aggiunto la presidente del Senato - di sostenere questa straordinaria iniziativa organizzando al Senato la proiezione in anteprima del film". 


Solo cose belle

Il titolo del film si ispira ad una celebre frase di don Oreste Benzi: "Le cose belle prima si fanno e poi si pensano". La pellicola racconta la storia di Benedetta, una ragazza di sedici anni, e del suo incontro con una casa famiglia dove vivono un papà e una mamma, un richiedente asilo appena sbarcato, una ex prostituta con figlia piccola, un giovanissimo carcerato, due ragazzi con grave disabilità e un figlio naturale. Nel film alcuni attori hanno interpretato se stessi: Marco Berta che fa parte della casa famiglia di Piacenza, e Francesco Yang che vive in una casa famiglia in Friuli Venezia Giulia. "Ciccio", questo il soprannome di Francesco, lo scorso 7 dicembre 2018, nel corso delle celebrazioni per il 50esimo anniversario della fondazione dell'Associazione di don Oreste Benzi, ha incontrato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella


Un'opportunità importante

Proiettare in anteprima il film al Senato rappresenta un'opportunità per dare visibilità a un film che alle sue spalle non ha i grandi colossi della distribuzione cinematografica. "E' un'occasione per far conoscere a tutti la realtà delle case famiglia, nate da un'intuizione di don Oreste Benzi - ha dichiarato don Aldo Buonaiuto, sacerdote dell'Apg23 e direttore di In Terris -  Le case famiglia dell'associazione sono speciali. Prima di essere strutture fisiche, sono strutture affettive, delle famiglie vere e proprie con un papà e una mamma che donano la loro casa, il loro tempo e la loro vita a bambini disabili, persone sole o abbandonate, a chiunque necessiti di essere accolto e aiutato ogni giorno". 


La produzione del film

“Solo cose belle” è un film prodotto da Coffeetime Film, società di produzione audio-visiva con sede a Rimini e da Sunset Produzioni, casa di produzione forlivese, in collaborazione con l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, con la partecipazione della Cooperativa La Fraternità, della Cooperativa Il Calabrone Cremona e di altre aziende sponsor. Il film ha ottenuto il finanziamento della Film Commission Emilia-Romagna. La regia è di Kristian Gianfreda che da vent’anni realizza spot, documentari sociali e cortometraggi. È alla sua prima esperienza cinematografica.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...