GIOVEDÌ 03 OTTOBRE 2019, 11:56, IN TERRIS

LONDRA

Accolta la richiesta dei genitori: Tafida andrà al Gaslini

La decisione dell'Alta Corte di Londra. Ospedale Gaslini: "Felici di accoglierla"

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La piccola Tafida con i suoi genitori
La piccola Tafida con i suoi genitori
L

a piccola Tafida Raqeeb non deve morire, sarà trasferita al Gaslini di Genova. E' quanto ha deciso un giudice dell'Alta Corte di Londra accogliendo il ricorso dei genitori contro la decisione dei medici del Royal London Hospital, dove la bimba di cinque anni è ricoverati in gravi condizioni dopo aver subito a febbraio un intervento al cervello, di interromperre la ventilazione artificiale che l'aiuta a respirare. La bimba è in uno stato di coscienza minima e non soffre. 


La storia di Tafida

La storia della piccola inizia lo scorso 9 febbraio quando a causa di una malformazione, una vena nella sua testa scoppia. Viene sottoposta d'urgenza a un intervento al Kings College Hospital, sopravvive, ma la diagnosi parla di gravi danni. Succesivamente viene trasferita al Ryal London Hospital e, da allora, vive attaccata a un respiratore. La struttura sanitaria è gestita da un'azienda pubblica la Barts che, non vedendo alcuna possibilità di recupero, chiede di staccare il macchinario. L'ospedale presenta così un'istanza al giudice per rendere esecutiva la decisione, nonostante la contrarietà dei genitori, spiegando che era nel "miglior interesse" della paziente


L'iter giudiziario

Il 9 settembre inzia, l'udienza dell'Alta Corte di Londra chiamata a decidere sul caso di Tafida. Il ricorso dei genitori, Shelina Begum, avvocato di 39 anni, e Mohammed Raqeeb, perito edile di 45, è stato depositato il 16 luglio all'Alta Corte di Londra dopo aver ottenuto la disponibilità a un ricovero della bambina presso l'Ospedale Gaslini di Genova. Secondo gli esperti del London Royal Hospital, "proseguire con cure invasive è ormai vano". Ma la bimba, secondo quanto affermato dai genitori, è "vigile". L'avvocato dei genitori, Vikram Schdeva, ha fatto leva sulla premessa che Tafida non soffre, secondo una diagnosi unaninme degli specialisti, ed è in stato di coscienza seppur minima. Ha, inoltre, invocato la protezione del diritto europeo, sulla libertà di movimento e sul rispetto dei valori religiosi della famiglia, secondo i quali mettere fine alla vita della bimba in queste condizioni rappresenterebbe un "peccato grave" e "un attentato alla sacralità della vita". La religione islamica, infatti, non contempla alcuna forma di interruzione delle terapie se non nei casi di dichiarata morte cerebrale, condizione che non riguarda Tafida. 


L'appello della mamma alla Corte

L'ultima a parlare davanti all'Alta Corte, nel corso dell'udienza, è stata la mamma di Tafida, Shelina, la quale ha ribadito di non fidarsi dei dottori del Royal London Hospytal e ha detto al giudice di sperare ancora in "un recupero di alcune funzioni". "Se anche il recupero non ci fosse, noi vogliamo che abbia comunque la chance di continuare a vivere la sua vita così com'è", ha aggiunto Shelina. 


Il "sensazionale" verdetto 

Come riporta l'Ansa, il verdetto emesso dal giudice Alistair MacDonald è stato definito "sensezionale". Il giudice dell'Alta Corte, come dichiarato, non ha tenuto conto dell'aspetto dell'appartenenza religiosa, ma ha sottolineato la ragionevolezza delle argomentazioni della famiglia. Ha invece bocciato il punto di vista dell'ospedale londinese secondo cui mettere fine alla vita di Tafida sarebbe stato nel suo miglior interesse. "Dieci o venti anni di 'inconsapevolezza' sono prezzo degno d'essere pagato, mentre 20 anni di sofferenza potrebbero non esserlo", ha sentenziato, sottolineando come gli stessi medici abbiano ammesso che la piccola non soffre. Ora, prima dell'eventuale trasferimetno al Gaslini, bisognerà aspettare per capire se il Royal London Hospital deciderà di fare appello


Charlie Guard, Alfie Evans e Isaiah Haastrup

Il caso di Tafida ricorda quelli recenti di altri tre bembini britannici - Charlie Guard, Alfie Evans e Isaiah Haastrup - che hanno suscitato un forte dibattito e hanno avuto un grande rissalto mediatico ma che, contrariamente al caso di Tafida, si sono conclusi col via libera dei tribunali del Regno Unito ai medici e con la morte dei piccoli


Ospedale Gaslini: "Felici di accogliere Tafida"

"Siamo felici di poter accogliere Tafida all'ospedale Gaslini. Fin da subito abbiamo offerto la disponibilità di accogliere la piccola Tafida e la sua famiglia nel nostro ospedale, poiché non sempre, purtroppo, è possibile guarire, ma sempre è doveroso prendersi cura e offrire spazio di accudimento ed accoglienza - ha affermato Paolo Petralia, direttore generale dell'Istituto Giannina Gaslini di Genova dopo la sentenza -. Questo tempo, che viene offerto a Tafida e alla sua famiglia, è una condizione di dignità e qualità della vita, che da sempre al Gaslini viene offerto ai bambini di tutte le nazionalità e in tutte le condizioni. E in questo, ancora una volta, portiamo avanti la missione del nostro fondatore, rivolta ai bambini di ogni condizione, di ogni dove e in ogni tempo". 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Flavia
04 Ottobre 2019 @ 08:11
Buongiorno. purtroppo è triste vedere come non vengano prese in considerazione le motivazioni religiose. Ancora una volta la discriminante è la sofferenza che è considerata "il nemico per eccellenza": se c'è, va eliminata. Sono felicissima per Tafida. Speriamo che l'ospedale non presenti ricorso, così la bimba potrà venire in Italia quanto prima. Che Dio li benedica!

Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS

I leader farfalla

E così Luigi di Maio si è dovuto dimettere. Ma era scritto da tempo che sarebbe andata così....
CLIMA

La tempesta Gloria fa 7 morti in Spagna

Evacuate 1.500 persone nei Pirenei orientali. Allerta in Francia
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nell'incontro con il il presidente dello Stato d'Israele, Reuven Rivlin
VISITE DI STATO

Mattarella: Sull'antisemitismo mai abbassare la guardia

Il presidente della Repubblica ha incontrato Rivlin. Oggi atteso al Forum sull'antisemitismo e la Shoah
CORONAVIRUS

Ricciardi:"Gli inglesi mettano a disposizione il test di laboratorio"

Il direttore dell'Osservatorio Italiano sulla Salute spiega a Interris.it le misure dell'Oms per prevenire la pandemia
Passeggeri che indossano mascherina all'aeroporto di Hong Kong - Foto © Anthony Wallace per AFP; a destra: particelle del virus della Sars - Foto © NIAID
ALLERTA EPIDEMIA

Virus cinese, sono 25 le vittime. A Roma il primo aereo da Wuhan

Effettuati controlli all'aeroporto di Fiumicino. Si teme una nuova Sars
GERMANIA

Turingia, si ribalta scuolabus: morti due bimbi

Nella stessa giornata un altro incidente in Alta Baviera: diversi alunni feriti
L'aeroporto di Mitiga, a Tripoli
LIBIA

Haftar annuncia una no-fly zone su Tripoli: chiude l'aeroporto di Mitiga

L'uomo forte della Cirenaica ha dichiarato che verrà abbattuto qualsiasi aereo militare o civile che sorvolerà...
GEMELLI

Bassetti: "No a una sanità per i poveri e una per i ricchi"

All'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università Cattolica, il presidente della Cei mette in guardia da...
INDAGINE DEL CENSIS

In Italia il 2031 sarà l'anno zero dei matrimoni

La diminuzione costante delle nozze raggiungerà tra 11 anni la data di "decadenza statistica"
Coltivazione di marijuana a Gioia Tauro
CATANIA E GIOIA TAURO

Doppio blitz contro lo spaccio: sequestrati 13 mln di dosi

Si è suicidato in carcere un esponente della 'ndrangheta della cosca Figliomeni di Siderno
ANAGRAFE

Nel nome del padre e della madre

Sempre più genitori decidono di dare al neonato il cognome di entrambi. Le norme in Italia e nel resto d'Europa
Ospedale Civico di Palermo
OSPEDALE CIVICO E ASP | PALERMO

Truffa al servizio sanitario: primario ai domiciliari, 15 indagati

Dichiarato l’uso di dispositivi medici in numero notevolmente superiore rispetto a quello realmente usato
ROMA

Governo ad alta tensione, opposizione all'attacco

Conte non va a Davos per urgenti impegni di governo. Scoppia la polemica per uno spot di Porta a Porta con Salvini
Intelligenza artificiale (AI)
AVEZZANO | L'AQUILA

"Uomo on-life: tecnologia al servizio o persona bannata?"

Evento di sensibilizzazione e approfondimento, con mons. Paglia, Pontificia Accademia per la Vita