Oms: “Ogni anno una persona su 10 è colpita da malattie alimentari”

Oggi si celebra la Giornata mondiale del cibo sicuro. Oms: "Esistono oltre 200 malattie di origine alimentare. Alcune sono lievi, ma altre sono mortali"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37
Cibo (Fonte: @WHO)

Dalla salmonellosi alla listeriosi, le malattie di origine alimentare, ovvero infezioni o intossicazioni causate da mircorganismi contenuti in ciò che ingeriamo, colpiscono una persona su 10 nel mondo ogni anno. Ne esistono oltre 200, alcune lievi, ma altre mortali, come il botulismo. A mettere in guardia è l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS), che prende parte a una campagna di comunicazione sui social media, in occasione della Giornata mondiale del cibo sicuro, che si celebra oggi.

“Cibo più sicuro, salute migliore” è il tema di quest’anno del World Food Safety Day, che mette in evidenza il ruolo che un cibo nutriente e sicuro svolge nel garantire il benessere umano ma che richiede una serie di azioni specifiche.

Tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere, indipendentemente dal fatto che coltiviamo, elaboriamo, trasportiamo, conserviamo, vendiamo, acquistiamo, prepariamo o serviamo cibo: la sicurezza alimentare è nelle nostre mani”, scrive l’Oms.

OMS: i 10 miti da sfatare

Per questo, un’infografica fa chiarezza su 10 falsi miti: raccogliere il cibo caduto a terra entro 5 secondi non lo rende privo di rischi; raccogliere un frutto e mangiarlo senza averlo prima lavato non è consigliato; scongelare alimenti a temperatura ambiente può essere rischioso.

Punto per punto, riassume Ansa, la lista risponde a dubbi comuni come: lo ‘strofinaccio’ della cucina può essere veicolo di batteri pericolosi? Tenere il cibo fuori dal frigo per oltre due ore comporta problemi? In tutti e due i casi la risposta è . Così come è vero che si possono avere conseguenze da cibo ingerito 3 giorni prima, perché alcuni microrganismi impiegano diverse ore per manifestare gli effetti negativi.

No invece a lavare il pollo non ancora cotto sotto l’acqua corrente e no al farsi illudere da colore e profumo invitanti: il fatto che alcuni cibi siano all’apparenza molto sani, non vuol dire che lo siano dal punto di vista microbiologico, meglio quindi sempre lavare accuratamente quello che viene consumato crudo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.