Monitoraggio Iss: Rt stabile a 0,83. Solo il Lazio a rischio moderato

Iss: solo il Lazio risulta classificato a rischio moderato. Le restanti 20 Regioni/Province autonome sono classificate a rischio basso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:20

È in diminuzione l’incidenza a livello nazionale: 37 casi per 100.000 abitanti (24/09/2021-30/09/2021) contro i 45 per 100.000 abitanti della settimana precedente. Nel periodo 8-21 settembre, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato invece pari a 0,83 (range 0,81 – 0,85), sotto della soglia epidemica e stabile rispetto alla settimana precedente quando aveva raggiunto il valore di 0,82. Lo evidenzia la bozza del monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute all’esame della Cabina di regia. E’ in diminuzione il numero di nuovi casi di Covid-19 non associati a catene di trasmissione (7.070 vs 8.482 della settimana precedente).

Iss: in lieve aumento i casi rilevati con il tracciamento

La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in lieve aumento (34% vs 33% la scorsa settimana). Diminuisce leggermente invece la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (45% vs 46%). Resta stabile la percentuale di casi diagnosticata attraverso attività di screening (21% vs 21%).

Nel monitoraggio si sottolinea inoltre che “una più elevata copertura vaccinale ed il completamento dei cicli di vaccinazione rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti”.

È dunque “opportuno realizzare un capillare tracciamento e contenimento dei casi, mantenere elevata l’attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti per limitare l’ulteriore aumento della circolazione virale”.

In lieve riduzione l’occupazione negli ospedali

Continua anche se in modo lieve l’occupazione dei malati di Covid nei reparti ospedalieri. Il tasso di occupazione in terapia intensiva continua a scendere e raggiunge il 5,1% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute), con una lieve diminuzione del numero di persone ricoverate da 516 (21/09/2021) a 459 (28/09/2021).

Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale diminuisce al 5,9%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in lieve diminuzione da 3.937 (21/09/2021) a 3.418 (28/09/2021).

Solo il Lazio a rischio moderato, basso per il resto Italia

Una sola Regione, il Lazio, risulta questa settimana classificata a rischio moderato. Le restanti 20 Regioni/Province autonome risultano classificate invece a rischio basso.

Il bollettino del 30 settembre: salgono i nuovi casi

Sono 3.804 i nuovi casi di coronavirus registrati nel bollettino in Italia ieri, 30 settembre, a fronte di 308.836 tamponi eseguiti. Il tasso di positività si attesta allo 1,2%, in lieve aumento rispetto all’1,1% di mercoledì. I decessi sono stati 51, mentre i guariti 5.714. Gli attualmente positivi ammontano a 94.308, con un calo di 1.671 rispetto a mercoledì. Dall’inizio della pandemia i contagi sono 4.669.355, mentre i morti 130.921. I dimessi e i guariti sono invece 4.447.126.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.