L'applicazione per far viaggiare gli italiani al sicuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Per chi ama viaggiare anche nei posti più lontani dall'Italia questa nuova applicazione rappresenta la svolta. Che garantisce un grado di sicurezza difficilmente pensabile fino a pochi anni fa. Stiamo parlado dell'app lanciata dal Ministero degli Esteri, che fonde i due siti ViaggiareSicuri.it e Dovesiamonelmondo.it.

Come funziona

La nuova app della Farnesina sarà così utilizzabile sia su smartphone che tablet e diventa fondamentale per tutti coloro che decidono di partire per l’estero che sia per motivi lavorativi o di semplice svago e divertimento. Sarà molto più dinamica rispetto al passato, facilmente fruibile da tutti. Grazie alla geolocalizzazione si possono individuare i connazionali all’estero e ricevere informazioni in tempo reale su ciò che sta accadendo nel luogo dove si è deciso di andare o dove ci si trova. Sull’app apparirà una notifica qualora ci siano zone particolarmente a rischio nelle vicinanze e durante le fasi di “crisi conclamata“, come durante attentati, terremoti o tempeste. Per quaesti casi è stato introdotto un sistema di Safety Check in cui viene chiesto al connazionale di dire se sta bene per capire se e come la Farnesina può agire in situazioni di emergenza. E poi c'è la Crisis room virtuale, un allargamento della sala operativa dell'Unità di Crisi: sempre attraverso la piattaforma, infatti, è possibile collegarsi e dialogare in tempo reale con le ambasciate di un'area di crisi. Al sicuro anche la privacy dei viaggiatori, infatti dopo eesersi registratie a 48 dalla fine del viaggio, tutti i dati vengono cancellati e le banche dati restano disponibili solo nell’Unità di Crisi della Farnesina. “È importante – ha spiegato il segretario generale della Farnesina, Elisabetta Belloni – che il pubblico conosca questi strumenti, in particolare in un periodo di grandi flussi di turismo come quello che sta per iniziare, perché permette a noi di intervenire in maniera più puntuale”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.