A Maria la nostra vita

Tutti i perché della devozione mariana più autentica e profonda e della bellezza racchiusa nella preghiera del rosario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Il compito della Madonna nella nostra vita è fondamentale. Tutti i papi e tutti i santi sono ricorsi a Lei in ogni momento della vita e in ogni difficoltà della storia.

Pensiamo ad alcuni titoli mariani che sono nati in mezzo a pandemie, carestie, guerre, ostacoli di ogni genere. Nel momento di crisi l’umanità invoca con più forza la Madre di tutte le madri e la Regina potente di tutte le regine.

La preghiera mariana per eccellenza è il santo rosario. Perché pregare il rosario? Potrebbe essere una preghiera monotona e noiosa, ma ecco le risposte illuminanti di diversi pontefici:

• Il Rosario è il compendio di tutto quanto il Vangelo. (Papa Pio XII)

• Il Rosario, che dall’inizio del 1958, mi sono impegnato di recitare devotamente tutto intero, è divenuto esercizio di continuata meditazione e di contemplazione tranquilla e quotidiana, che tiene aperto il mio spirito sul campo vastissimo del mio magistero e ministero di Pastore massimo della Chiesa, e di padre universale delle anime. (Papa Giovanni XXIII)

• Il rosario è preghiera eccellente; nei confronti della quale, però, il fedele deve sentirsi serenamente libero, sollecitato a recitarlo, in composta tranquillità, dalla sua intrinseca bellezza. (Papa Paolo VI)

• Il Rosario è la mia preghiera prediletta. Preghiera meravigliosa! Meravigliosa nella sua semplicità…. Il Rosario è un incontro quotidiano al quale io e la Madonna non manchiamo. (Papa Giovanni Paolo II)

• Il Rosario, quando è pregato in modo autentico, non meccanico e superficiale ma profondo, reca infatti pace e riconciliazione. Contiene in sé la potenza risanatrice del Nome santissimo di Gesù, invocato con fede e con amore al centro di ogni Ave Maria. Il Rosario, quando non è meccanica ripetizione di formule tradizionali, è una meditazione biblica che ci fa ripercorrere gli eventi della vita del Signore in compagnia della Beata Vergine, conservandoli, come Lei, nel nostro cuore. […] non cessi questa buona abitudine; anzi prosegua con ancor maggiore impegno, affinché, alla scuola di Maria, la lampada della fede brilli sempre più nel cuore dei cristiani e nelle loro case. (Papa Benedetto XVI)

• Il Rosario è la preghiera che accompagna sempre la mia vita; è anche la preghiera dei semplici e dei santi… è la preghiera del mio cuore. (Papa Francesco).

Concludo con un mio scritto di affidamento a Maria:

Ho dato le chiavi della mia vita a te, o Maria.

Tu, Madre, conosci i segreti del mio cuore, leggi dentro di me, i dolori e le gioie, le lacrime e i sorrisi, i desideri e i sogni della mia vita.

Il Tuo Manto è come il mare infinito e il cielo stellato, le tue mani mi danno carezze continue, per non farmi sentire mai solo e mai abbandonato.

Dolce Madre, il tuo silenzio, è un canto d’amore, il tuo magnificat, è un grido di gratitudine e di liberazione per tutta l’umanità.

Stendi il Tuo manto sul nostro caro papa Francesco, sulle famiglie, sui sacerdoti, sui giovani, sui bambini, sui poveri e su tutte le persone desolate, smarrite, scoraggiate e disperate.

A Te, mi abbandono, metto tutta la mia vita nel tuo cuore di Madre.

Sono certo che sei sempre al mio fianco, per guidarmi, proteggermi e difendermi dal nemico della gioia e della pace.

Maria, nel Tuo nome c’è dolcezza e salvezza, nel Tuo nome, delicatezza e forza, nel Tuo nome, rifugio e sicurezza. 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.