Un’applicazione che migliora la produttività sul lavoro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Prendere appunti durante una videoconferenza può essere anche considerata una forma d’arte, poiché richiede capacità multitasking per ascoltare, scrivere o digitare e, allo stesso tempo, intervenire dicendo cose intelligenti mentre si fanno le altre due. Per non parlare delle diverse applicazioni che dobbiamo utilizzare per preparare, condividere, eseguire e seguire le riunioni.

Avoma, che pensa che stiamo usando troppe applicazioni durante le riunioni e che crede che qualche informazione sarà quasi sempre destinato a perdersi, ha sviluppato un software che automatizza i flussi di lavoro delle riunioni e rende più fruibile la loro gestione.
Oggi, la società con sede a Palo Alto ha annunciato 12 milioni di dollari in finanziamenti di serie A in un round guidato da Headline, una società di venture capital fondata San Francisco, in California, nel 1998, attiva in sette città in tutto il mondo e che investe in diverse aree geografiche, guidando i round di finanziamento in ogni fase, con la partecipazione di Storm Ventures, Global Founder Capital, Zoom Apps Fund, Operator Partners, Industry Ventures, K9 Ventures, Dragon Capital e altre grandi investitori.
Fondata nel 2017 da Aditya Kothadiya, Devendra Laulkar e Albert Lai, Avoma ha sviluppato un assistente virtuale nei Web meeting che, grazie all’intelligenza artificiale, dispone di più modelli per l’agenda delle riunioni e prende automaticamente appunti (audio e video), trascrive tutto in tempo reale, riassume i punti chiave e richiama informazioni utili, personalizzate, per ciascun partecipante.

Il CEO Kothadiya, in precedenza fornitore di servizi e software per l’acquisizione e il coinvolgimento dei clienti, dichiara che Avoma “regala” settimanalmente agli utenti alcune ore del loro tempo libero, migliorando addirittura i risultati delle loro riunioni del 30%.
“Come product leader, partecipavo costantemente alle riunioni e passavo il tempo a prendere appunti”, ha affermato. “Con ogni nuovo prodotto, in consegna al cliente o al team di marketing, ma scoprivo che durante le riunioni nessuno riusciva ad ascoltare tutto quello che stava succedendo mentre si prendevano appunti. Volevamo applicare la tecnologia per risolvere questo problema per assicurare a me, e a tutti, che nulla andasse perduto”.

Gli strumenti per la produttività sul posto di lavoro non sono nuovi e hanno sicuramente guadagnato interesse e attenzione negli ultimi anni, poiché quasi tutti i lavoratori hanno lavorato da casa durante la pandemia globale. Tuttavia, Kothadiya crede che ciò che distingue Avoma da tutti i concorrenti sia la modalità di gestione delle riunioni, l’assistente con intelligenza artificiale e la memorizzazione delle conversazioni in un unico strumento, piuttosto che continuare ad utilizzare e scaricare più strumenti.

Avoma è addirittura integrabile con qualsiasi CRM aziendale per aggiungere e condividere importanti informazioni. Inoltre, la tecnologia consente all’utente di vedere chi ha parlato maggiormente durante la riunione e in che momenti. È anche possibile ricercare parole chiave e ascoltare un frammento di video o audio collegati al risultato della ricerca.
“L’intelligenza artificiale fa la prima bozza, ma poi hai più appunti disponibili automaticamente e puoi consultarli, evidenziando ciò che più ti interessa e fornendo più contenuti, se necessario”, ha aggiunto Kothadiya.

La società prevede di utilizzare i nuovi finanziamenti per sviluppare tre settori: intelligenza artificiale, interfaccia utente e integrazioni del flusso di lavoro. Continuerà a migliorare le sue capacità di apprendimento automatico e comprensione del linguaggio naturale per automatizzare la presa di appunti e altri servizi utili durante l’intero ciclo di vita di un Web meeting.
Investirà anche nello sviluppo del prodotto, in modo da fornire una buona esperienza utente con un bassa difficoltà di apprendimento. E continuerà anche a sviluppare il suo assistente con intelligenza artificiale e le sue integrazioni nei sistemi esistenti sviluppati per le aziende.
Il grosso finanziamento arriva in un momento in cui Avoma sta registrando una buona crescita. Il fatturato dell’azienda è cresciuto di oltre il 400% annuale medio negli ultimi tre anni, distribuito fra oltre 300 grandi clienti.
L’azienda ha anche facilitato questa crescita grazie ad un team abbastanza snello. Il numero dei dipendenti è cresciuto, allo scorso dicembre, a 15 ma, con il nuovo finanziamento, Kothadiya prevede di aumentarla di quattro volte nei prossimi 12 mesi, sia in Nord America che in India. Nel frattempo, Jett Fein, partner di Headline, ha affermato di aver capito che Avoma sarà il prodotto preferito dalle aziende. “Ci ha aiutato nei nostri processi interni e, quando lo abbiamo presentato ai nostri futuri clienti, molti di loro hanno dichiarato di non poter più vivere senza”, ha detto Fein. “Hanno ammesso di aver reso il loro lavoro molto più efficiente e tutto ciò ci ha stimolato enormemente”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.