LUNEDÌ 06 MAGGIO 2019, 10:29, IN TERRIS

BULGARIA

Papa: "Migranti e profughi, croce dell'umanità"

Visita del Pontefice nel campo d'accoglienza 'Vrazhdebna' di Sofia e poi Messa con le Prime Comunioni

GIACOMO DE SENA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Bambini cantano davanti al Papa nel campo profughi Vrazhdebna, Bulgaria
Bambini cantano davanti al Papa nel campo profughi Vrazhdebna, Bulgaria
"O

ggi il mondo dei migranti e dei rifugiati è un po' una croce dell'umanità, è una croce che tanta gente soffre". Così Papa Francesco nel corso della sua visita  ai rifugiati nel capo profughi 'Vrazhdebna' di Sofia, tappa del viaggio apostolico in Bulgaria. Il Santo Padre ha fatto riferimento agli "orrori" nel "lasciare la propria patria e cercare di inserirsi in un'altra patria". "Ma c'è sempre una speranza", ha detto nel suo breve intervento. "Apprezzo la vostra buona volontà - ha aggiunto -. Vi auguro il meglio, a voi e ai vostri concittadini che avete lasciato nella vostra patria. Che Dio vi benedica".


L'incontro al Centro d'accoglienza

Papa Bergoglio è stato accolto dal direttore del Centro e dal direttore della Caritas, prima di recarsi nel refettorio dove si trovavano riunite circa 50 persone tra genitori e bambini. I bambini presenti nel Centro provengono da Siria ed Iraq. Dopo il breve saluto di una volontaria, il canto eseguito dai bambini e il dono dei disegni dei piccoli al Papa, il Pontefice - riferisce l'Ansa - ha salutato le famiglie accolte nel Centro e rivolto loro alcune parole. Una volontaria del Centro ha spiegato al Papa che "per noi tutti gli uomini e le donne sono dei figli di Dio, indipendentemente dalla loro razza o confessione religiosa" ed ha aggiunto che "tra i nostri collaboratori ci sono numerosi migranti di religione musulmana".


La Messa con le Prime Comunioni

Terminata la visita al Centro, il Papa si è trasferito in aereo a Plovdiv, da dove ha poi raggiunto Rakovsky, "cuore" cattolico della Bulgaria, per la Messa con le Prime Comunioni a 242 bambini provenienti da tutto il Paese. Il Pontefice ha spiegato ai bimbi che "ora Gesù è vivo, è qui con noi, perciò oggi lo possiamo incontrare nell'Eucaristia. Non lo vediamo con questi occhi, ma lo vediamo con gli occhi della fede". Dunque - ha aggiunto - "la Prima Comunione è innanzitutto una festa, in cui celebriamo Gesù che ha voluto rimanere sempre al nostro fianco e che non si separerà mai da noi. Festa che è stata possibile grazie ai nostri padri, ai nostri nonni, alle nostre famiglie e comunità che ci hanno aiutato a crescere nella fede". Ha quindi ricordato ai bambini che "fare la Prima Comunione significa voler essere ogni giorno più uniti a Gesù, crescere nell'amicizia con Lui e desiderare che anche altri possano godere la gioia che ci vuole donare. Il Signore ha bisogno di voi per poter realizzare il miracolo di raggiungere con la sua gioia molti dei vostri amici e familiari". "La nostra carta di identità e questa: Dio è nostro Padre, Gesù è nostro Fratello, la Chiesa è la nostra famiglia, noi siamo fratelli, la nostra legge è l'amore". "Desidero incoraggiarvi a pregare sempre con quell'entusiasmo e quella gioia che avete oggi - ha concluso Francesco -. E ricordate che questo è il sacramento della Prima Comunione ma non dell'ultima comunione, oggi ricordatevi che Gesù vi aspetta sempre".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un frame del video dell'opera di Banksy postato sui social
STREET ART

Il commovente murales natalizio di Banksy in un video virale

Al centro dell'opera i senzatetto soli durante le festività
Antonio Salieri e Wolfgang Amadeus Mozart (Foto di scena)
TEATRO

Amadeus, il dramma dell'uomo contro il genio

In scena al Teatro della Pergola di Firenze, dal 10 al 15 dicembre, l'opera di Peter Shaffer sotto la regia di Andrej...
ANNIVERSARIO

40 anni dalla missione di solidarietà nel Sud est asiatico

Nel 1979 l'Italia soccorse un migliaio di profughi vietnamiti che vagavano per il mare con mezzi di fortuna in una drammatica...
Bandiere della Russia e dei Giochi olimpici
SCANDALO DOPING

La Russia è fuori dalle Olimpiadi

La decisione dell'Agenzia mondiale antidoping esclude i russi da Tokyo 2020 e Pechino 2022. Possibile ricorso al Tas
CAPOLAVORI IN MOSTRA

I patroni di Roma tornano a casa

Dalle collezioni dell’Ermitage di San Pietroburgo alla capitale d'Italia e della cattolicità: sarà...
IL PUNTO

La settimana politica

Dalla manovra alla legge elettorale, i temi al centro del dibattito
Olio d'oliva extra vergine
ALLARME COLDIRETTI

Olio: crolla il prezzo della produzione nazionale

"Le giacenze di olio straniero (spagnolo e tunisino) hanno superato i 62 milioni di chili prodotti"
 White Island
NUOVA ZELANDA

Erutta il vulcano Maha Whakaari: morti e dispersi

E' successo nella White Island proprio mentre c’era un gruppo di turisti in visita
Diritti umani

Aspettando la vera rivoluzione

"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di...
Il cardinal Tagle
CURIA VATICANA

Il nuovo “papa rosso” è il filippino Tagle

Il Santo Padre nomina Prefetto di Propaganda Fide l’arcivescovo di Manila e presidente della Caritas internazionale
Il monumento dedicato a Cristina Biagi
IL CASO

Femmincidio Biagi, l'Inps rinuncia al rimborso

La richiesta era stata avanzata alle figlie minorenni della donna uccisa dall'ex marito, che ferì un'altra...
Anthony Joshua
DIRIYYA

Boxe, ritmo e strategia: così Joshua è tornato re

L'inglese di nuovo campione dei pesi massimi: quello contro Ruiz è il match perfetto