MARTEDÌ 11 GIUGNO 2019, 14:36, IN TERRIS

FLUSSI MIGRATORI

Messico, Conferenza episcopale: "Sui migranti è in gioco l'umanità"

Il messaggio dei monsignori sulla situazione migratoria tra i due Paesi americani

GIUSEPPE CHINA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
N

ell'epoca delle migrazioni di massa che provocano morte e dolore, la frontiera che divide Messico e Stati Uniti è senza ombra di dubbio una delle più tristemente famose. E proprio questo è stato il tema al centro dell'ultima Conferenza episcopale messicana. Secondo i vescovi di questo Paese è fondamentale la "non criminalizzazione dei migranti e dei difensori dei diritti umani, che spesso lottano a favore della dignità umana contro corrente, con gravi rischi per la propria incolumità". Parole decise, a favore di coloro che accolgono. E ancora: "Migliaia di migranti stanno aspettando di entrare negli Stati Uniti per fuggire dalla violenza e dalla miseria dei Paesi d’origine. Molti altri sono arrestati e deportati in Messico, in questo momento nell’ambito del programma unilaterale statunitense "Resta in Messico", a causa del quale migliaia di centroamericani stanno aspettando una soluzione alla loro situazione migratoria, esposti a gravi rischi nelle città frontaliere messicane e senza un pieno accesso all’assistenza legale". Ma c'è di più: "Come membri della famiglia umana non possiamo essere indifferenti al dolore che molti di loro vivono e che reclama il nostro aiuto umanitario e il pieno rispetto dei loro diritti".


Il dialogo per superare lo stallo tra Stati Uniti e Messico

I partecipanti alla Conferenza episcopale messicana hanno prospettato soluzioni concrete per sbloccare la situazione, di fatto congelata, tra Stati Uniti e Messico. "Trovare un accordo permanente - hanno auspicato i monsignori - per privilegiare sempre il dialogo e il negoziato trasparente nelle nostre relazioni internazionali". Nel messaggio dei vescovi si conferma la disponibilità della Chiesa a colaborare "con tutte quelle iniziative che consentano di assicurare un cammino di maggior sicurezza e protezione dei diritti umani a coloro che emigrano". Perché: "Sull’accoglienza ai migranti è in gioco la nostra umanità".  


I militari non sono la soluzione

"Dispiegare seimila effettivi della Guardia nazionale alla frontiera Sud - ha scritto il vescovo Rogelio Cabrera López - non è una soluzione radicale che affronti le vere cause del fenomeno migratorio". Dunque sarebbe più opportuno fronteggiare la povertà e la diseguaglianza presenti in Messico, e più in generale nell'America Centrale.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
CARITAS

Ristorante Solidale per Natale: ecco il "Piatto Sospeso"

I cibi saranno raddoppiati da Just Eat e donati a comunità e case famiglia bisognose
IL PUNTO POLITICO

Quel che resta dopo il Mes

La maggioranza tiene e approva la risoluzione sul Fondo salva Stati, ma nel M5S votano contro in quattro parlamentari
Il sindaco di Scalea Gennaro Licursi
COSENZA

Si assenta dal posto di lavoro: arrestato il sindaco di Scalea

Sospensi tre dipendenti dell'Asp accusati di essere complici del primo cittadino, Gennaro Licursi
Pastore con le greggi
UNESCO

La Transumanza è Patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Bellanova: "Siamo fieri di questo riconoscimento per la tradizione rurale italiana"
Il crollo a Montelupo Fiorentino
FIRENZE

Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

Il Sindaco: "Ho temuto il peggio, zona altamente frequentata per la presenza di ristoranti"
Marta Cartabia

Buone notizie

Grandi soddisfazioni per la nomina di Marta Cartabia alla presidenza della Corte Costituzionale, per la forte ragione...
Il Banco dell'Agricoltura dopo l'esplosone

Piazza Fontana, una strage senza giustizia

Diciassette morti, uccisi dalla bomba piazzata al Banco dell'Agricoltura. Cinquant'anni dopo, un buco nella coscienza...

Il profitto ad ogni costo

In una barzelletta si racconta un processo per disastro edilizio per il quale vengono convocati in tribunale il...
Giuseppe Conte in Senato
IL VOTO

Mes, il governo supera lo scoglio del Senato

Ok delle Camere alla risoluzione della maggioranza ma il M5s si spacca sui dissidenti
EMERGENZA STRESS

9 adulti su 10 a rischio burnout in ufficio

Affaticamento mentale in aumento. Migliora l'inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità
RIFLESSIONE

Una buona giornata per le donne

In un solo giorno tante "prime volte" per le donne nel mondo
ISTRUZIONE

E' boom di ripetizioni

Uno studente su tre prende lezioni private per alzare la media dei voti o per recuperare il deficit di apprendimento nelle aule...