Tre incidenti sul lavoro, una vittima a Ferrara

Un operaio di 47 anni è stato schiacciato da una lastra di marmo in Friuli, mentre un altro lavoratore è caduto dal cestello elevatore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18

Tre incidenti sul lavoro si sono verificati oggi in Italia e un operaio, precipitato da un ponteggio in un cantiere a Ferrara, ha perso la vita. Gli altri due episodi sono avvenuti rispettivamente nella zona industriale di Porcia, comune nella provincia di Pordenone, dove questa mattina un uomo di 47 anni è rimasto schiacciato da una pesante lastra di marmo, e a Piombino, nel livornese, quando un lavoratore intento alla potatura in un agriturismo è caduto dopo che si era ribaltato il cestello elevatore su cui si trovava.

Ferrara

Un operaio di 36 anni, di origine egiziana, è morto questa mattina, intorno alle 10, cadendo da un ponteggio al quarto piano mentre stava smontando un’impalcatura in un cantiere in via Borgo Punta, a Ferrara. Dai primi riscontri pare che la vittima fosse imbragata su uno dei ponteggi esterni, ma saranno gli inquirenti a stabilire la dinamica dell’accaduto. Sono intervenuti il 118, ma gli operatori hanno potuto solo constatare il decesso, e la polizia per i primi accertamenti. Sul posto, oltre a sanitari e gli agenti di polizia, anche la medicina del lavoro. La ditta aveva appena ultimato i lavori di ristrutturazione della palazzina ed era appena cominciata la fase di smontaggio dell’impalcatura.  La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, al momento a carico di ignoti. Il pubblico ministero Ciro Alberto Savino ha disposto il sequestro del cantiere e l’autopsia, per chiarire le cause della morte e le condizioni del 36enne egiziano al momento della caduta.

Piombino

Un operaio è rimasto gravemente ferito dopo una caduta da sei metri in seguito al ribaltamento di un cestello elevatore sul quale si trovava mentre stava potando un pino in un agriturismo sulla strada provinciale delle Caldanelle a Piombino (Livorno). L’incidente sul lavoro è accaduto intorno alle 10.30, e l’operaio che è rimasto sempre cosciente avrebbe riferito ai soccorritori di avvertire una paresi agli arti inferiori. L’uomo è stato liberato dal cestello grazie all’intervento di una squadra dei vigili del fuoco ed è poi stato affidato al personale sanitario che ha disposto l’intervento dell’elicottero Pegaso per il successivo trasporto in ospedale.

Lastra di marmo

Un uomo di 47 anni è rimasto schiacciato da una pesante lastra di marmo questa mattina, attorno alle 8.45, in una nota azienda che produce caminetti, nella zona industriale di Porcia (Pordenone). Subito soccorso dai colleghi, che con un dispositivo l’hanno liberato dal peso, è stato stabilizzato sul posto, intubato e trasportato in codice rosso, a bordo dell’elicottero, all’ospedale di Udine. Le sue condizioni sono critiche, la prognosi è riservata. Indagano i Carabinieri di Pordenone e degli ispettori del Servizio prevenzione igiene sicurezza ambienti di lavoro dell’Azienda sanitaria Friuli occidentale. La zona dell’incidente è stata posta temporaneamente sotto sequestro per le verifiche dell’adozione delle norme antinfortunistiche.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.