Tragedia a Sassuolo: stermina la famiglia poi si toglie la vita

E’ successo tra le 15 e le 16 di oggi, probabilmente è stato usato un coltello. Un'altra figlia della donna era a scuola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:02

Nel pomeriggio di oggi, tra le 15 e le 16, un uomo avrebbe ucciso i componenti della sua famiglia, tra cui la convivente e i loro due figli, probabilmente con un coltello, a Sassuolo, in provincia di Modena, per poi togliersi la vita. La coppia, secondo alcune testimonianze, si era lasciata da circa un mese e la donna con i bambini era andata a vivere da sua madre.

Le vittime

Le vittime del fatto di sangue sono la convivente dell’uomo, i due figli della coppia – rispettivamente di 5 e 2 anni – e la suocera. Il presunto responsabile, Nabil Dhahri, 38 anni, dalle prime risultanze investigative era di origine tunisina e lavorava in un supermercato. La sua compagna, Elisa Mulas, era invece italiana e impegnata in lavori di pulizia. I due si erano lasciati e la situazione aveva provocato tensioni, tanto che Mulas i suoi figli erano andati a vivere con la madre di lei.

L’altra figlia

La donna aveva una anche figlia più grande, frutto di una precedente relazione, che si trovava a scuola. Quando all’uscita non si è presentato nessuno a prenderla il personale scolastico, preoccupato, ha cominciato a telefonare a casa senza ricevere risposta. Poi la scoperta dei cinque corpi nell’appartamento in via Manin.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.