Standard & Poor’s conferma il rating per l’Italia

L'agenzia inoltre alza il rating da "stabile" a "positivo" e stima una crescita del pil del 6% quest'anno e del 4,4% nel 2022 per il nostro Paese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:21

L’agenzia Standard & Poor’s ha confermato il rating BBB per l’Italia, secondo quanto emerge dalle tabelle pubblicate sul proprio sito, e ha alzato l’outlook  da “stabile” a “positivo”.

Le stime

L’agenzie prevede inoltre una crescita del Pil del 6% quest’anno e del 4,4% nel 2022, che il deficit italiano si attesterà all’8,8% del Pil nel 2021, per scendere al 5,8% l’anno seguente. Sempre secondo S&P, il debito pubblico alla fine del 2021 sarà al 144% del prodotto interno lordo. “La chiave per ridurre gli elevati livelli di debito è la crescita”, afferma l’agenzia.

Il rialzo

La revisione al rialzo dell’outlook del nostro Paese si lega all’impegno del governo guidato da Mario Draghi a portare avanti riforme in favore della crescita. “Prevediamo una forte ripresa spinta dagli investimenti nel 2021 e nel 2022″, così in una nota S&P.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.