Papa Francesco incontra 9 detenuti: “Tutti possiamo sbagliare, l’importante è non rimanere ‘sbagliato'”

La visita segue uno scambio epistolare del marzo scorso, il gruppo, che sconta la pena in delle strutture della associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, ha portato in dono al Pontefice una copia di "Il diario di Sandra", la giovane discepola di don Oreste Benzi che sarà beatificata domenica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:31

Si è tenuto oggi nella residenza del Pontefice a Santa Marta un incontro tra papa Francesco e nove detenuti che stanno scontando la pena all’interno di strutture della Comunità di don Benzi a Vasto (Chieti) e a Termoli (Campobasso). Durante la visita, che segue uno scambio epistolare risalente a marzo, il gruppo ha portato in dono al Santo Padre una copia di Il diario di Sandra, il libro di Sandra Sabattini, la giovane discepola di don Benzi che sarà beatificata domenica prossima a Rimini.

L’incontro

“Nella vita tutti possiamo sbagliare ma l’importante è non rimanere ‘sbagliato’“, ha detto il Santo Padre nel corso della visita. “E’ indegno quando si guarda l’altro dall’alto al basso. L’unica volta che una persona può guardare un altro dall’alto verso il basso è quando deve aiutarla a risollevarsi. Mi auguro che la vostra esperienza di rinascita sia feconda e che sia liberatrice per tante altre persone che hanno bisogno di risollevarsi come voi state facendo”. Nelle comunità i detenuti nelle fanno esperienze di servizio ai più deboli nelle strutture e nelle cooperative dell’associazione Papa Giovanni XXIII. Questo progetto, attivo dal 2004, si pone l’obiettivo di un reale fine rieducativo e fino ad oggi ha ospitato 715 persone.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.