Serie A, la coppia di testa non sbaglia: Milan e Napoli davanti a tutti

I rossoneri liquidano la Roma all'Olimpico, gli azzurri superano di misura la Salernitana. Super-Vlahovic: la Fiorentina risale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:04
Milan Roma
Foto © Twitter As Roma

Al comando restano Napoli e Milan che volano a braccetto. Agli azzurri, vittoriosi a Salerno di misura, rispondono i rossoneri che passano all’Olimpico contro la Roma (2-1), mantenendo il +7 sull’Inter terza. Appaiati al quarto posto Atalanta e Roma, con Lazio e Fiorentina a spingere alle spalle. 

Milan da urlo all’Olimpico

Una vittoria netta, nel gioco e nel risultato per i rossoneri di Pioli che la chiudono con un gol per tempo (Ibrahimovic su punizione e Kessié su calcio di rigore). La Roma in avvio spreca molto e va sotto alla prima occasione vera per i rossoneri. Che giocano meglio, tengono il campo con sufficiente autorità. La sblocca Ibrahimovic con una punizione pazzesca dal limite, imprendibile. La Roma prova la reazione, ma colleziona solo angoli e Tatarusano non deve neppure sporcarsi i guantoni. Nella ripresa, fuori Mkhitaryan e dentro il baby Felix Afena, ma è ancora il Milan a far male. Prima annullato un gol a Ibra per offside, poi Ru Patricio salva di piede sempre sullo scatenato svedese. Il raddoppio arriva a stretto giro: contatto Ibanez-Ibrahimovic, per Maresca e il var è rigore che Kessié trasforma di giustezza. La Roma ci prova anche in relazione al rosso per doppia ammonizione a Theo Hernandez, ma trova il 2-1 con El Shaarawy sono nei minuti di recupero. Troppo tardi. Vince il Milan. 

Il Napoli non si ferma, vince l’Inter

Il derby campano dell’Arechi è deciso dopo un’ora di gioco un gol di Zielinski. Primo tempo insipido, senza emozioni e occasioni. Spalletti all’intervallo indovina i cambi: dentro Elmas e Petagna e non Insigne, che il tecnico di Certaldo ha risparmiato in panchina. Poi, due rossi, prima a Kastanos per un brutto intervento su Anguissa e poi Koulibaly per un fallo su Simy. Terza l’Inter di Simone Inzaghi che senza grandi difficoltà supera l’Udinese per 2-0 con doppietta di Correa

Avanza la Fiorentina, colpo Empoli

Battendo al Franchi per 3-0 lo Spezia, la Viola sale in classifica a quota 18, a meno uno da Atalanta e Roma. Partita dominata dalla formazione di Italiano, in gol con una tripletta dello scatenato Vlahovic che ha sancito la definitiva pace con i tifosi viola. Il colpo di giornata porta la firma dell’Empoli che in rimonta vince a Reggio Emilia contro il sassuolo. Emiliani avanti con l’autorete di Tonelli. Negli ultimi sette minuti, succede di tutto. Pinamonti fa pari poi, in pieno recupero arriva il colpo gobbo con il gol di Zurkowski che permette ad Andreazzoli di sbancare il Mapei. Pari senza gol tra  Genoa e Venezia.

Sabato nero per la Juve

Nel sabato del villaggio del calcio italiano, nuovo k.o., il secondo di fila per la Juventus, battuta per 2-1 a Verona, ancora con una doppietta di Giovanni Simeone che ha messo a nudo gli attuali limiti della formazione di Massimiliano Allegri. Pari a Bergamo tra Atalanta e Lazio, con i biancocelesti di Sarri due volte avanti (Pedro e Immobile), ripresi nei minuti di recupero dei due tempi, prima da Zapata poi da De Roon. Convincente la vittoria del Torino che al Comunale ha rispedito al mittente una piccola Samp: 3-0 per effetto dei gol di Praet, Singo e Belotti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.