Roma: maxi incendio sull’Aurelia, altri roghi nell’hinterland

Le fiamme sono divampate poco lontano dal campo rom della Monachina. Chiuse diverse strade, anche in via Laurentina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:36

Un incendio è divampato a Roma, nei pressi di un campo nomadi sull’Aurelia, in via Bosco Marengo. Al momento non si segnalano feriti ma 15 persone sono rimaste intossicate dal fumo. Roghi anche in un altro punto della città, non lontano da villa Pamphilj, e nell’hinterland romano, a causa delle temperature elevate e del vento caldo.

Il maxi incendio

Le fiamme sono divampate intorno alle 14 vicino al campo rom della Monachina, hanno raggiunto via Aurelia, all’altezza uscita 1 del Grande Raccordo Anulare (km 11). Si è levata una colonna di fumo visibile da chilometri di distanza. Le fiamme, oltre a lambire abitazioni, sono arrivate anche vicino ad un centro sportivo. Roghi si segnalano anche a Pomezia e in zona Osteria Nuova. Sul posto i vigili del fuoco e mezzi di soccorso: le fiamme hanno lambito anche un deposito di bombole e alcune abitazioni. A prendere fuoco, secondo le prime informazioni, alcune sterpaglie: le fiamme, complice il vento caldo, si sono subito propagate. Due persone, una donna e bambino, sono stati trasportati in codice giallo al Policlinico Gemelli. In base a quanto si apprende circa 35 persone, tutti abitanti delle palazzine intorno all’area interessate dalle fiamme, sono state visitate in strada dal personale del 118. Quasi tutti presentano sintomi da intossicazione da fumo.

Nell’hinterland romano

Oltre al maxi incendio vicino all’Aurelia altri roghi sono segnalati nella capitale e dell’hinterland. Complici le alte temperature e la siccità, a cui oggi si è aggiunto un vento caldo, incendi sono segnalati anche Pomezia e la via Anguillarese, in zona Osteria Nuova. In quest’ultimo caso le fiamme hanno lambito il centro di ricerche Enea Casaccia.

Il rogo vicino Villa Pamphilj

Fiamme si segnalano anche non distante da villa Pamphilj, a via del Vascello, dove un rogo ha minacciati alcune abitazioni, prima di essere domato senza feriti. In base a quanto ricostruito da polizia e vigili del fuoco, le fiamme in via del Vascello sarebbero partite da un tendone al terzo piano di uno stabile per poi raggiungere un gazebo al primo piano del palazzo. Gli abitanti sono stati evacuati e due donne di 91 e 80 anni sono state messe in salvo.

Momenti di panico a Casalotti

Paura nel primo pomeriggio anche a Casalotti, dove le fiamme hanno minacciato un residence. Le fiamme si sono propagate prima dalle sterpaglie poi sospinte dal vento caldo hanno interessato il residence, due palazzine in particolare, e un attico è stato seriamente danneggiato. “Gli inquilini sono scesi nelle strade del comprensorio spaventati, ci sono stati momenti di panico“, dice un abitante. “Alcuni di noi in attesa dell’arrivo dei soccorsi sono andati sui balconi gettando acqua nel tentativo di fermare le fiamme -continua il residente- ci sono stati veri momenti di panico”.

Strade chiuse

A causa degli incendi divampati in vari punti di Roma, le pattuglie della polizia locale sono impegnate a fornire ausilio ai vigili del fuoco, con delimitazione e messa in sicurezza delle aree colpite. In particolare sono state disposte le chiusure in via Casalotti altezza civico 73, dove sono stati evacuati alcuni edifici, nonché via Paolo Medolaghi, zona Casal Selce. Via Aurelia, chiusa momentaneamente per consentire l’intervento dei vigili del fuoco, è stata riaperta al transito veicolare. Sempre causa incendi, sono tuttora in atto interventi da parte dell’unità del IX Gruppo Eur, in via Laurentina, dove gli agenti hanno dovuto chiudere la strada, ambo le direzioni, all’altezza di via Nazareno Strampelli. Pattuglie del VI Gruppo Torri sono invece impegnate per la messa in sicurezza e ausilio dei vigili del fuoco in via di Lunghezzina, anch’essa al momento chiusa al traffico.

Atterraggio a Fiumicino

Dal tardo pomeriggio, a causa di un incendio a circa quattro chilometri dallo scalo, alcuni voli in arrivo all’aeroporto di Ciampino sono stati fatti atterrare a Fiumicino. I decolli sono invece rimasti sempre operativi anche se hanno subito qualche ritardo. Dalle 20.25 sono tornati di nuovo regolarmente operativi gli atterraggi all’aeroporto di Ciampino.

Gualtieri: “Giornata difficile e critica”

“Oggi è una giornata molto difficile e critica per #Roma: purtroppo si sono verificati diversi #incendi le cui cause sono in via di accertamento. Le situazioni più critiche si registrano in questo momento a Tor Pagnotta e a Casalotti, dove alcune famiglie sono state evacuate dalle loro abitazioni e dove due scuole sono state chiuse per precauzione”, così sindaco di Roma Roberto Gualtieri sui suoi profili social.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.