Nazioni Unite: “Il nuovo numero di abitanti del Pianeta è record”

La popolazione mondiale ha superato gli 8 miliardi di abitanti. Lo hanno detto le Nazioni Unite alla COP27, alla presentazione dello scudo globale contro i rischi climatici:

assistenza

La popolazione mondiale ha superato gli 8 miliardi di abitanti. Lo hanno detto le Nazioni Unite alla COP27, alla presentazione dello scudo globale contro i rischi climatici: “una importante pietra miliare nello sviluppo umano e una responsabilità di prenderci cura del nostro Pianeta”.

Onu: “La popolazione mondiale ha superato gli 8 miliardi”

La popolazione mondiale ha superato gli 8 miliardi di abitanti, secondo una stima ufficiale delle Nazioni Unite, un passo che definisce “una importante pietra miliare nello sviluppo umano” e un monito, nel pieno della COP27 , della “nostra responsabilità condivisa di prenderci cura del nostro pianeta”. Per l’Onu, “questa crescita senza precedenti” – nel 1950 si contavano 2,5 miliardi di abitanti – è il risultato di “un graduale aumento della durata della vita grazie ai progressi della sanità pubblica, dell’alimentazione, dell’igiene e della medicina”. Ma la crescita della popolazione pone sfide importanti ai paesi più poveri.

Cop27: presentato lo scudo globale contro i rischi climatici

I Paesi ricchi risarciranno i danni, sia materiali che in termini di vite umani, che subiranno i Paesi più poveri a causa degli effetti dei cambiamenti climatici, a cui questi ultimi sono più esposti, come la siccità e le inondazioni. Lo strumento che lo renderà possibile è il Global Shield against Climate Risks, lo scudo globale contro i rischi climatici, sostenuto dalle nazioni del G7 e presentato ieri dalla Germania alla Cop27 di Sharm el-Sheikh, in Egitto.

Assemblea Onu approva risoluzione contro Russia

L’Assemblea generale dell’Onu ha approvato con 94 voti a favore, 14 contrari e 73 astenuti una risoluzione in cui si chiede che la Russia sia responsabile per le sue violazioni della legge internazionale in Ucraina. Il testo domanda che i 193 paesi membri delle Nazioni Unite creino “un registro internazionale” per documentare le richieste di danni, perdite o lesioni agli ucraini causati dalla Russia.

Fonte: Ansa