Omicidi a Sarzana: fermato il presunto killer

Gli inquirenti, al momento, non escludono che i due omicidi possano essere collegati al mondo della prostituzione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:34

E’ stato fermato dalle forze dell’ordine il presunto responsabile della morte di Nevila Pjetri, la donna di origini albanesi il cui corpo è stato trovato sul greto del torrente Parmigliola, e di quella del ragazzo – forse di origini di italiane – il cui cadavere è stato trovato questa mattina, poco dopo le prime luci dell’alba, a Marinella di Sarzana.

Chi è il presunto killer

L’uomo che è stato fermato è residente ad Aulla ed ha 44 anni e sarebbe un artigiano. A lui sarebbe intestata l’auto rinvenuta a poche centinaia di metri dal cadavere della donna. La vettura è una Ford Fiesta grigia, senza targa, al cui interno sono stati rinvenuti almeno due bossoli di pistola e alcune tracce di sangue su un tappetino. Gli inquirenti sono risaliti all’uomo tramite il numero di telaio del veicolo, rimosso la scorsa notte e posto sotto sequestro dai Carabinieri della Compagnia della Spezia.

L’omicidio di Nevila Pjetri

Il corpo di Nevila, 35 anni di origini albanesi, è stato trovato intorno alle 2 di mattina dello scorso 5 giugno vicino al greto del torrente Parmignola, a Marinella di Sarzana, nello spezzino. Secondo gli inquirenti, la giovane donna sarebbe stata coinvolta nel racket della prostituzione. Sarebbe stata aggredita con violenza e poi soffocata. Gli investigatori non escludono che la donna sia stata ferita mortalmente in un altro luogo: nonostante la grande quantità di sangue infatti non sarebbero stati trovati, per il momento, bossoli di pistola o fucile. Sarà comunque l’autopsia, affidata all’anatomopatologa Susanna Gamba, a chiarire definitivamente le cause della morte.

Il ritrovamento del cadavere di un giovane uomo

Nel corso delle indagini per la morte della donna 35enne, i carabinieri di Sarzana hanno trovato la scorsa notte il cadavere di un uomo con evidenti segni di un’aggressione. Non è escluso, al momento, un collegamento con il mondo della prostituzione. Il cadavere dell’uomo è stato ritrovato nella stessa zona dove è stato trovato il corpo senza vita di Nevila Pjetri. Il corpo era ricoperto da rovi. Gli inquirenti non escludono un collegamento con la morte di Nevila.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.