Nations League alla Francia

Benzema e Mbappé rispondono al vantaggio di Oyarzabal: battuta in rimonta la Spagna. Terza l’Italia dopo il 2-1 al Belgio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:05
Francia Spagna
Foto © Twitter - Euro2024

La seconda edizione della Nations League prende la strada di Parigi. Vince la Francia che in rimonta piega una volitiva Spagna che va avanti per prima con Oyarzabal. Benzema sistema le cose e nel finale Mbappé piazza in controgioco il colpo decisivo.

Le scelte dei due tecnici

Luis Enrique conferma il baby d’oro Gavi, Ferran Torres c’è nel tridente offensivo con Sarabia e Oyarzabal. Deschamps può invece contare su un attacco di peso con Benzema, Griezmann e Mbappé. Confermato il milanista Theo Hernandez, mentre tocca a Tchouameni sostituire Rabiot bloccato dal Covid. Dunque, Spagna con il 4-3-3: Unai Simon tra i pali, Azpilicueta, Laporte, Eric Garcia e Marcos Alonso nei quattro dietro, Gavi, Busquets e Rodri in mezzo, Ferran Torres, Sarabia, Oyarzabal in prima linea. Deschamps in campo con il 3-4-3. Lloris in porta, Koundé, Varane e Kimpembe dietro, Pavard e Theo Hernandez esterni di centrocampo, Pogba e Tchouameni in mezzo. E poi, davanti, il trio delle meraviglie.

Primo tempo bloccato

Possesso palla Spagna vicino al 70%, rende chiara l’idea di come la formazione di Luis Enrique abbia provato a fare la partita, ma da subito è apparsa alta la pressione francese per inibire le linee di passaggio delle Furie Rosse. Un primo tempo, al di là del possesso palla, equilibrata, con due sole occasioni, una per parte. Ci prova subito la Francia ma Benzema si allarga troppo e guadagna solo un angolo. Bella partita, piacevole. Sarabia ha l’occasione buona ma calcia troppo debole e centrale. Palla sempre tra i piedi degli spagnoli, ma spazi ridotti allo zero. Gavi si muove bene ma è meno preciso rispetto alla gara con l’Italia. La Spagna domina ma non monetizza, mentre la Francia fa fatica ad uscire palla al piede. Risultato giusto all’intervallo. Problemi muscolari per Varane.

Botta e risposta: 1-1

Dentro Upamecano per Varane. Squadre molto corte alle ripresa, spazi manco a parlarne. Pressing altissimo, si fatica a fare gioco, ma è la Spagna a fare la partita anche se la Francia non demorde. Theo Hernandez ci prova di destro, di prima intenzione. Palla sulla traversa. Brividi. La partita si accende. Ed e botta e risposta in meno di due minuti. Oyarzabal raccoglie l’invito di Busquets, vince un rimpallo e fulmina Lloris. Due minuti ed ecco Benzema che si mette in proprio. Destro a giro dal limite e palla all’angolino: 1-1 a San Siro. Due lampi nel buio.

Guizzo Mbappé

Dentro Koke per Gavi. La Spagna ha speso molto, adesso è la Francia a provare ad uscire. E lo fa benissimo. Spagnoli sbilanciati in avanti, palla recuperata sai francesi. Pescato Mbappé nello spazio, con l’attaccante che ha tutto il tempo per controllare e fare secco Unai: 2-1 Francia. La Spagna accusa il colpo e non riparte, Francia brava a controllare. Oyarzabal ha un guizzo d’orgoglio, ma non basta. Vince la Francia che può festeggiare sotto il cielo di Milano. Mastica amaro la Spagna che domina ma non monetizza e alla fine si inchina ai cinici francesi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.