Croazia, ritrovato nel fiume Dragogna il corpo di una piccola migrante

La madre e due fratelli della bambina sono riusciti a passare dalla sponda croata a quella slovena, mentre un terzo non ha attraversato il corso d'acqua

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:08
foto Il Piccolo di Trieste

Non ce l’ha fatta a superare il fiume Dragogna, come invece il resto della sua famiglia, per lasciare la Croazia ed entrare in Slovenia la bambina di 10 anni che ieri è stata travolta dalla corrente del corso d’acqua in piena. Oggi il suo corpo è stato trovato senza vita a 400 metri dal luogo della scomparsa, ha fatto sapere la polizia croata – come riferito dall’agenzia Hina.

La vicenda

La piccola, di nazionalità turca, è stata trovata, intorno alle 12.30 di oggi, riporta la polizia istriana. Le ricerche, da parte di poliziotti sloveni e croati e di squadre di sommozzatori, erano iniziate immediatamente dopo che la piccola era stata trascinata via dall’acqua mentre si trovava sulle spalle della madre, intente ad attraversa il Dragogna. La donna era riuscita a rimanere aggrappata al tronco di un albero sul letto del fiume e dopo essere stata messa in salvo dai soccorritori, era stata portata in ospedale. Anche altri due figli della donna, rispettivamente di 18 e 5 anni, erano riusciti a raggiungere la sponda slovena del fiume, mentre un terzo loro fratello, di 13 anni, era rimasto su quella croata.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.