Anniversario sisma di Ischia, Mattarella: “Sviluppare un rapido percorso di ricostruzione”

La sera del 21 agosto una scossa di magnitudo 4 ha colpito Ischia, provocando molti danni a Casamicciola Terme. Morirono due persone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:02

Sviluppare un rapido percorso di ricostruzione“. E’ quanto ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che in un messaggio pubblicato sul sito del Quirinale, ha ricordato il terremoto che 5 anni fa ha provocato distruzione e morte sull’isola di Ischia. 

Il messaggio integrale di Sergio Mattarella

“Sono trascorsi cinque anni dalla tragedia provocata dal terremoto che il 21 agosto del 2017 ha colpito l’isola di Ischia, in particolare i Comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno. Nella ricorrenza del catastrofico evento desidero anzitutto ricordare le vittime e con esse il dolore dei familiari, ai quali esprimo i miei sentimenti di vicinanza. Allo stesso tempo desidero esprimere gratitudine, per l’intervento immediato che hanno assicurato, alla Protezione civile, ai Vigili del fuoco, alle Forze dell’ordine e alla Croce Rossa, nonché per l’intervento di coloro che si sono prestati a dispiegare il loro impegno solidale nei confronti di chi in quel momento si trovava in condizioni di vulnerabilità. È necessario oggi sviluppare un rapido percorso di ricostruzione, capace di rimuovere gli effetti nefasti del sisma, avvalendosi del comune impegno delle popolazioni colpite, dell’unione degli sforzi tra i cittadini e della collaborazione tra istituzioni e società civile”.

Il terremoto di Ischia

La sera del 21 agosto 2017, una scossa di magnitudo 4 si è verificato sull’isola di Ischia, colpendo con particolare violenza Casamicciola Terme. Il terremoto ha provocato il crollo di numerose case e ha causato la morte di 2 persone, 42 furono ferite.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.