Afghanistan, la decisione dei talebani sui passaporti

I passaporti saranno consegnati a chi ne aveva fatto già richiesta. Le nuove pratiche saranno accettate dal 10 gennaio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:52

Da oggi per gli afghani sarà possibile accedere nuovamente al servizio passaporti. Lo hanno deciso le autorità talebane annunciando che sarà possibile fare nuovamente i passaporti in tre regioni inclusa Kabul. “Il rilascio dei passaporti inizierà domani”, ha detto ai giornalisti Alam Gul Haqqani, responsabile del servizio. Il rilascio dei passaporti era stato interrotto a metà agosto, quando i talebani hanno preso il potere ed era riavviato brevemente a ottobre ma il grande afflusso di richieste aveva causato problemi tecnici, costringendo le autorità a sospenderlo dopo pochi giorni.

Le nuove richieste dal 10 gennaio

Tutti i problemi tecnici sono stati risolti, i dispositivi biometrici sono stati riparati”, ha assicurato Haqqani, aggiungendo che i passaporti saranno inizialmente rilasciati a coloro che hanno già fatto domanda. Le nuove richieste saranno accettate dal 10 gennaio. La ripresa del servizio costituisce una prova della “buona volontà” dei talebani, che si sono impegnati con la comunità internazionale a far partire i propri connazionali che lo desiderano.

Uno dei peggiori disastri umanitari

Secondo l’Onu, l’Afghanistan sta affrontando “uno dei peggiori disastri umanitari al mondo“, che dovrebbe peggiorare con l’inizio dell’inverno. Da parte sua il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (WFP) ha avvertito di un’imminente grave carestia nel Paese. I voli internazionali, principalmente per Dubai e Abu Dhabi, sono ripresi a settembre dall’aeroporto di Kabul, assediato a fine agosto da migliaia di afgani che volevano lasciare il Paese dopo il ritorno al potere del movimento islamista.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.