Attaccato il convoglio del vice presidente afghano. Ecco le vittime

Il vicepresidente afghano, che critica apertamente i talebani, era sopravvissuto ad un attentato avvenuto lo scorso anno

Esplosione in Afghanistan

Un attentatore suicida ha attaccato questa mattina il convoglio del vice presidente afghano Amrullah Saleh nel centro di Kabul, capitale dell’Afghanistan.

Razwan Murad, responsabile dell’ufficio stampa di Saleh, ha reso noto che “questo attacco terroristico è fallito e Saleh è sano e salvo“.

Il vice presidente afghano

Secondo quanto ha detto uno dei collaboratori di Saleh, una bomba è stata fatta esplodere al passaggio del convoglio che aveva lasciava la casa di Saleh ed era diretto in ufficio. Sembra si sia trattato di un kamikaze, deceduto sul colpo.

Il vicepresidente, che spesso ha criticato apertamente i talebani, era sopravvissuto ad un attentato avvenuto lo scorso anno, poco prima delle elezioni presidenziali, in cui erano morte 20 persone e altre 50 erano rimaste ferite.

Le vittime e i feriti

Ma le vittime sono diverse. Al momento dell’esplosione c’erano diversi passati. Quattro persone – tre le quali l’attentatore – hanno perso la vita all’istante, mentre nell’esplosione altre sette persone sono rimaste ferite, tra cui alcune delle guardie del corpo di Saleh. Non si conosce il livello di gravità dei feriti.

“Sono quattro i cadaveri rinvenuti sul posto”, ha riferito il portavoce del ministero della Sanità, Akmal Samsur, anche se le informazioni iniziali fornite dalla polizia parlavano di due morti.