La Lega si raduna a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:51

La Lega si raduna a Piazza del Popolo, a Roma, in una kermesse aperta da un minuto di silenzio per la tragedia avvenuta questa notte in una discoteca di Corinaldo, nei pressi di Ancona. E, proprio sul luogo del disastro, si recherà il ministro dell'Interno Matteo Salvini, presente nella Capitale per l'intervento delle 12, poco prima di partire alla volta delle Marche. L'adunata della Lega è densa e partecipata, il monitor trasmette interventi del vicepremier accompagnati dagli applausi della folla ma, prevedibilmente, la tragedia di Corinaldo ha messo da parte la passione politica per lasciar posto a un'amarezza che, ogni volta, invade i cuori di ognuno. Il programma della kermesse, in parte modificato per permettere al ministro di partire per Corinaldo, a ogni modo prosegue.

Salvini: “Governo durerà cinque anni”

Il discorso di Salvini tocca (quasi) tutti i punti caldi, ribadendo le promesse fatte in fase di formazione dell'esecutivo: “Questo governo mantiene tutti i suoi impegni e dura 5 anni: sarà giudicato dal numero di culle che tornano a riempirsi in questo Paese, dal numero di bambini che nascono e tornano ad avere non un genitore 1 e 2 ma una mamma e un papà”. E ancora: “Adozioni più veloci e meno costose sono un dovere per un governo che vuole rispettare la sua gente. Non farò mai saltare un governo che lavora per gli italiani, per un sondaggio”. Per quanto riguarda le trattative con l'Ue sulla Manovra, Salvini chiede “il mandato di andare a trattare non come ministro ma a nome di 60 milioni di italiani che vogliono lasciare ai loro figli e nipoti un'Italia migliore. Se c'è il vostro mandato non abbiamo paura di niente e di nessuno. Qualcuno – ha detto ancora il leader del Carroccio – ha tradito il sogno europeo, noi daremo il sangue per una nuova comunità Europea fondata sul rispetto, sul lavoro, sulla crescita, sull'equità”. E sui numeri della Manovra: “Se l'Europa è quella che si ferma allo spread, alla finanza, agli zerovirgola, è un'Europa destinata a fallire. Serve un'Europa che ritorni a lavorare, per la dignità dei cittadini”.

Panza: “In piazza centinaia di migliaia”

“L'Italia alza la testa” è il titolo dato all'adunanza leghista, partecipata da gruppi di sostenitori da diverse regioni d'Italia, soprattutto quelle del Nord ma si nota anche qualche vessillo di altre zone del Paese. E, mentre sul palco iniziano a susseguirsi interventi e video vari, sui social si scatenano gli hashtag, dagli slogan storici della Lega ad altri riferiti direttamente al governo: “Sono in arrivo in mattinata oltre 250 pullman, alcune decine si sono aggiunti tra ieri e oggi – spiega Alessandro Panza, responsabile organizzativo – e 3 treni speciali. Attendiamo decine di migliaia di persone, centinaia di sindaci da tutta Italia”.

In aggiornamento

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.