Prima uscita pubblica di Mugabe dopo il blitz dei militari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:18

A due giorni dall'intervento dei militari ad Harare il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, torna ad apparire in pubblico, partecipando a una cerimonia per il conferimento di lauree a un'università. L'ateneo “Zimbabwe Open University” si trova alla periferia della capitale. Vestito con copricapo e abiti accademici, Mugabe ha camminato lentamente su un tappeto rosso assieme ad altre personalità verso un palco mentre una banda suonava. Al suo ingresso in un tendone alcune migliaia di studenti e ospiti si sono alzati in piedi. Dal palco il presidente si è unito al coro dei presenti che ha intonato l'inno nazionale e ha annunciato l'apertura della cerimonia tra gli applausi della folla.

Trattative

Le Forze armate dello Zimbabwe hanno, nel frattempo, confermato di essere in trattative con il capo dello Stato per trovare una via di uscita alla situazione creatasi in questi giorni e contano di individuarla “presto”. “Le Forze di difesa dello Zimbabwe”, scrive il sito del quotidiano governativo Herald citando un comunicato delle Zdf, “hanno detto che al momento sono impegnate con il Comandante in capo presidente Robert Mugabe su come procedere e informeranno la nazione sul risultato appena possibile”. Le Zdf, premette il sito senza fare nomi, “dicono che significativi progressi sono stati compiuti nella loro operazione per eliminare criminali attorno al presidente Mugabe”. Mercoledì, nel loro precedente comunicato letto in tv, le Forze armate avevano sostenuto che l'intervento simile a un colpo di Stato era finalizzato a eliminare proprio “criminali” annidati “attorno a lui“, a Mugabe.

L'apparenza inganna?

L'esercito ha così smentito l'ipotesi di golpe che aveva allarmato le organizzazioni internazionali e la stessa Unione Africana, scesa in campo con il presidente sudafricano Zuma per trattare con entrambe le parti. E forse proprio al tentativo di far sembrare normale quanto sta avvenendo nel Paese può essere ricondotta l'uscita pubblica di Mugabe, mostrato così ancora come il leader di uno Zimbabwe, di fatto, in mano ai militari.  

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.