INCENDIO IN CALIFORNIA, EVACUATE 6.000 CASE. IL GOVERNATORE DICHIARA LO STATO DI EMERGENZA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:53

Sono circa  6.000 le case che sono state evacuate ieri nel Nord della California a causa di un incendio scoppiato mercoledì a circa 50 km a sudest di Sacramento. Le fiamme, alimentate dall’ondata di caldo che ha colpito regioni dove la terra è particolarmente arida, ieri avevano già divorato circa 26.000 ettari di terreno, nonostante l’intervento di 1500 vigili del fuoco.

Il governatore dello Stato, Jerry Brown, ha dichiarato lo stato di emergenza. Sono ormai settimane che la California brucia. L’incendio più grande, considerato il più vasto della storia, è stato innescato da un fulmine durante un temporale il 31 luglio scorso. Ribattezzato ‘The Rough fire’, dopo sei settimane non è stato ancora domato.

Finora ha bruciato più di 48.000 ettari di terreno nel Sequoia and Kings Canyon national parks ed ora minaccia Grant Grove, una famosa riserva di che ospita alberi di sequoia giganti stimati tra 1.800 e 2.700 anni e considerati i più antichi e più grandi al mondo. Il più imponente, noto come il ‘generale Grant’, era alto 83.8 nel 2012, come un edificio di 26 piani, secondo il National Park Service.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.