Elezioni in Germania, sondaggio della Ard: la Merkel sorpassa Schulz

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Angela Merkel è tornata a sorpassare il suo sfidante socialdemocratico Martin Schulz nel “Deutschlandtrend”, il tradizionale sondaggio mensile della tv pubblica tedesca Ard. Se potessero eleggere direttamente il loro cancelliere, il 46% dei tedeschi voterebbero per Merkel, mentre il 40% opterebbe per Schulz.

I sondaggi di marzo

A marzo il 45% degli intervistati si era espresso a favore di Schulz, contro il 36% raccolto da Merkel. A inizio febbraio, subito dopo l’annuncio della sua candidatura a cancelliere per la Spd, Schulz era dato al 50%, Merkel al 34%. Nella lista dei politici più popolari in Germania, Schulz è al sesto posto, col 48% di gradimento (-4%) e viene superato dall’ex leader socialdemocratico e oggi ministro degli Esteri Sigmar Gabriel (56%, +9%), che a fine gennaio a sorpresa aveva preferito rinunciare alla candidatura a cancelliere. Merkel è seconda col 62% (+2%), primo è Wolfgang Schaeuble: il 68% dei tedeschi (+3%) è soddisfatto del ministro delle Finanze. Se si votasse domenica, la Cdu/Csu otterrebbe il 34% (+2%), la Spd il 31 (invariata). Stabili la AfD (11%), i Verdi (8%) e i liberali della Fdp (6%), mentre la Linke scende al 7% (-1%).

Gli esperti: i giovani scelgono la Merkel perché segno di stabilità e continuità

Come riportato da un articolo del Sole 24 Ore, il successo di Merkel tra i nuovi elettori risulta superiore al consenso nella generalità degli elettori dove la leader della Cdu ha un sostegno del 43% a fronte del 32% di Schulz. Questo perché, secondo un esperto di sondaggi, in tempi di incertezza i giovani sarebbero più propensi a sceglier la stabilità e la continuità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.